What’s New in Italy
Droga: più cocaina che cannabis. Primo contatto a 14 anni

Droga: più cocaina che cannabis. Primo contatto a 14 anni

I dati diffusi dall’Osservatorio della Comunità di San Patrignano

Sono i 14 anni l’età nella quale un ragazzo su due si avvicina all’uso di sostanze stupefacenti. E sempre più diffuso è l’uso di cocaina. A presentare la situazione è la Comunità di San Patrignano in vista della Giornata mondiale per la lotta alla droga (26 giugno) e si basa sui dati dell’Osservatorio della comunità sui 509 ingressi registrati nel 2017 (+8,8% sul 2015). La maggioranza dei nuovi entrati è costituita da ragazzi (424 contro 85 ragazze), seppure tra i 33 under18 il divario tra i due sessi non è così netto, mentre l’età media è di 28 anni.

“L’età di contatto con le sostanze stupefacenti – ha evidenziato il presidente della Comunità, Antonio Tinelli – si sta abbassando vertiginosamente. Per questo motivo continueremo ad impegnarci per promuovere la prevenzione”.

La classifica delle droghe più utilizzate vede in testa la cocaina (90%), seguita da cannabis (87%), eroina (57%), ecstasy (53%), ketamina (22%), anfetamina (16%) e allucinogeni (30%). Cocaina che è anche la sostanza che determina la maggiore dipendenza primaria (55%), scalzando così l’eroina.

Nel 2016 sono stati 4 milioni gli italiani che nei 12 mesi precedenti avevano fatto uso di almeno una sostanza stupefacente (cannabis, cocaina, eroina, droghe sintetiche, nuove sostanze). Con riferimento alla sola popolazione tra i 15 e i 34 anni la percentuale di chi ha fatto uso di droghe è del 20% per i 12 mesi precedenti e del 43% per il corso della vita; con riferimento alla popolazione studentesca le sostanze illegali sono state sperimentata dal 25,9% (640mila studenti).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *