What’s New in Italy
Villaggio Coldiretti a Torino: arriva la spesa sospesa

Villaggio Coldiretti a Torino: arriva la spesa sospesa

Si possono acquistare prodotti dai banchi del mercato per le famiglie in difficoltà. L'appuntamento è per venerdì 15 giugno e poi per tutto il week end ai Giardini Reali Superiori

Si chiama ‘spesa sospesa’, è promossa da Coldiretti, Campagna Amica e Caritas. Si comincia a Torino, al Villaggio Coldiretti, che taglio il nastro venerdì 15 giugno alle 9 ai Giardini Reali Superiori, aperti per l’occasione e per tutto il week end al pubblico. E’ un’iniziativa volta ad aiutare le famiglie in difficoltà.

Chi visiterà i banchi, potrà fare una donazione libera grazie alla quale acquistare dei prodotti per i più bisognosi. L’usanza del ‘caffè sospeso’ napoletana si mutua in un’intera spesa. Si possono comprare frutta, verdura, formaggi, salumi e ogni tipo di genere alimentare Made in Italy, di qualità e a chilometro zero. Il tutto andrà poi alla Caritas che lo distribuirà a chi ha difficoltà con il Comitato S-Nodi e il progetto d’innovazione FaBene. Il cibo sarà poi cucinato sui territori dalle stesse famiglie, che diventeranno dunque protagoniste attive di economia civile, e servito a chi ne ha bisogno.

Il Villaggio Coldiretti a Torino è anche una grande opportunità per vivere, in città, un giorno da contadino. Si potrà stare nella stalla con gli animali della fattoria, salire sui trattori o in sella ad asini e cavalli, nell’agriasilo con i bambini, nell’orto a curare verdure di stagione, riscoprire le ricette di cuochi contadini, acquistare direttamente dagli agricoltori souvenir per se stessi o da regalare, imparare l’agricosmetica. A soli 5 euro si potranno degustare menu fatti da autentichi chef a base di riso Carnaroli, basilico genovese Dop, Parmigiano Reggiano Dop, riso S.Andrea al gorgonzola Dop e nocciole del Piemonte Igp. E ancora: riso Vialone nano Igp all’isolana, pasta di grano Senatore Cappelli e condimenti all’amatriciana, al pesto, al basilico, all’oliva taggiasca e Grana Padano.

E ancora: bracerie, carne e salumi 100 per cento italiani, pizza tricolore fatta con farina, olio, pomodoro, mozzarella di bufala campana Dop; pesce ligure, stree food green, agrigelati con latte d’asina, torta di nocciole Piemonte Igp. Il tutto innaffiato con birre agricole e vini.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *