What’s New in Italy
Italia: nel 2065 appena 54 milioni di abitanti

Italia: nel 2065 appena 54 milioni di abitanti

Il futuro del Paese in un report dell’Istat. Popolazione che nel 71% dei casi vivrà Centro-nord

Un’Italia con 6,5 milioni di abitanti in meno e una popolazione che vive sempre più nel Centro-nord. E’ questo il quadro presentato dall’Istat nel report ‘Il futuro demografico del Paese’ riferito alle previsioni per il 2065.

La popolazione italiana passerebbe dai 60,6 milioni del 2017 a 59 milioni (-1,6 milioni) nel 2045 e a 54,1 milioni (-6,5 milioni) nel 2065. Un calo non omogeneo lungo lungo la nazione: al Centro-nord la popolazione diminuirebbe soltanto dopo il 2045, mentre al Sud e nelle Isole il calo sarebbe costante.

Come conseguenza anche di una migrazione interna, nel 2065 il Centro-nord avrebbe il 71% dei residenti (contro il 66% attuale) mentre il Mezzogiorno scenderebbe al 29% (contro il 34% di oggi).

Il divario tra nuove nascite e decessi si andrà facendo sempre più importante, arrivando a quota -400mila nel lungo periodo. La fecondità, comunque, crescerà e passerà da 1,34 figli per donna del 2017 a 1,59 figli per donna nel 2065. In crescita anche l’aspettativa di vita che salirà di oltre 5 anni arrivando a 86,1 anni per gli uomini (80,5 nel 2016) e a 90,2 anni per le donne (85).

Nel corso dei prossimi 50 anni anche l’età media della popolazione crescerà, salendo da 44,9 anni di oggi a oltre 50 anni nel 2065.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *