What’s New in Italy
Casa dei Millennial: è scomparso il salotto

Casa dei Millennial: è scomparso il salotto

Spazi sempre più piccoli, vita frenetica, stipendi bassi: le nuove generazioni vivono in case da 38 metri quadrati, come fossero eternamente in una stanza d'albergo

I Millennial non sono ‘animali rari’, ma coloro che abitano e abiteranno la Terra nel futuro. Sono coloro che determineranno le scelte sul domani e che già lo stanno facendo. Da quelle più importanti a quelle meno, come l’arredamento casa. Dalle abitazioni dei Millennial è praticamente scomparso il salotto. A dirlo è l’archistar britannico Patrik Schumacher. Le nuove generazioni vanno a caccia di luoghi più piccoli. Il motivo? “Chi ha tra i 20 e i 34 anni è sempre fuori casa, ha una vita frenetica. Basta uno spazio abitativo piccolo, pulito e in centro. Come una stanza di hotel”.

Il salotto rappresenta la generazione precedente, quella dei genitori dei Millennial. Che, spesso, sviluppavano una sorta di fobia per quel luogo in cui si parlava per ore e ore. Il salotto era anche quello dei nonni, dove guardare la televisione. Oggi, il portatile si appoggia sul letto, che non è più matrimoniale ma da una piazza e mezza. Non serve invitare qualcuno quando si può tranquillamente chiacchierare su WhatsApp. Al massimo, il divano viene usato per ospitare turisti di passaggio che hanno prenotato tranite Airbnb o Couchsurfing. Ospitare dietro pagamento, naturalmente.

Già, le nuove generazioni fanno i conti a fine mese. E spesso il salotto non c’è proprio perché non si arriva a comprarlo. In media, un quarto dello stipendio di chi ha meno di 34 anni viene speso in affitto o mutuo. L’Istat aggiunge che un giovane italiano su cinque vive in una casa che definisce ‘sovraffollata’. La grandezza media di un’abitazione di un italiano è di 117 metri quadrati, ma per universitari e persone al primo lavoro in una grande città si scende a 38.

Insomma, è un obbligo e una scelta. Negli anni ’70 in salotto si faceva dibattito, negli anni 80 si ballava sulla moquette. Negli anni 90 tutti ne volevano uno come in ‘Friends’. Oggi si preferisce il mini appartamento, con tavolo cucina reclinabile. Vista la velocità con cui le tendenze si modificano, magari in futuro anche la cucina verrà abolita. Tanto ormai si acquista fuori e si mangia in piedi.

Tag utilizzati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *