What’s New in Italy
Scienza: l’UE premia 11 ricercatori italiani

Scienza: l’UE premia 11 ricercatori italiani

Rientrano tra i 269 che beneficeranno degli Advanced Grants. L’importo economico complessivo è di 653 milioni di euro

Undici progetti di ricerca finanziati dall’European Research Council (Erc) si svolgeranno in Italia. Sono invece 16 i ricercatori italiani che hanno beneficeranno degli Advanced Grants, ma cinque di loro svolgeranno il loro lavoro all’estero.

Complessivamente l’European Research Council ha assegnato 653 milioni di euro (fino a 2,5 milioni a progetto) a 269 ricercatori, selezionati tra 2167 ricercatori senior che hanno partecipato al bando. Finanziamenti che fanno parte di ‘Horizon 2020’, il programma dell’Unione Europea per la ricerca e l’innovazione.

Per il presidente dell’Erc, Jean-Pierre Bourguignon, “La diversità e l’audacia delle ricerche presentate quest’anno sono ancora una volta impressionanti” ha affermato Jean-Pierre Bourguignon, sottolineando come i progetti che sono stati selezionati “si avventurano in territori inesplorati, l’ideale per nuove scoperte”.

Il Regno Unito si posizione in testa ai progetti finanziati sia come numero di ricercatori (50) sia come progetti ospitati (66). Alle sue spalle Germania (40 ricercatori e 42 progetti) e Francia (29 e 34). Diverse le posizioni oltre il podio: per numero di ricercatori si ha Spagna (21) e Italia (16); per numero di progetti ospitati Svizzera (24), Spagna (18), Olanda (16), Israele (Paese associato a H2020, 13) e Italia (11).

I progetti realizzati in Italia si svolgeranno all’Università La Sapienza di Roma (3), al Cnr, all’Università di Trieste, all’Università di Pavia, all’Università di Pisa, all’Università Bocconi, all’Università di Trento, alla Fondazione Toscana Life Sciences e alla Fondazione Bruno Kessler.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *