What’s New in Italy
Glossario dell’edilizia libera: 58 lavori liberalizzati

Glossario dell’edilizia libera: 58 lavori liberalizzati

Dalle inferriate alle finestre ai gazebo in giardino, dall'ascensore ai pannelli fotovoltaici, dagli stalli per le bici al barbecue a muro. Non servono più permessi e oneri

Si chiama ‘Glossario dell’edilizia libera’, è in pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e riguarda un elenco di 58 lavori completamente liberalizzati, ossia che non necessitano più comunicazioni al Comune o progetti tecnici. Avrà valore in tutta Italia. Comprende tutti i lavori interni che non incidono sulla pianta degli appartamenti.

Ci sono il rifacimento dei bagni e degli altri impianti, la realizzazione dei controsoffitti, il cambio degli infissi e l’installazione di inferriate alle finestre. E ancora: l’installazione di impianti per il risparmio energetico, pannelli solari e fotovoltaici (purché si tratti di installazioni su edifici al di fuori dei centri storici). Non servirà comunicare neanche le pompe di calore per realizzare comignoli sui tetti per le nuove caldaie per il riscaldamento, così come gli interventi di messa a norma per lo smaltimento dei fumi. Rientra tra gli interventi di edilizia libera anche il rinnovamento del manto di copertura degli edifici inserendo strati isolanti, il ‘cappotto’.

Per i lavori sull’esterno degli edifici, vengono liberalizzati gli interventi sugli intonaci e sugli elementi decorativi, così come la sostituzione di grondaie e pluviali. Nel Glossario ci sono anche gli interventi per l’eliminazione delle barriere architettoniche all’interno degli edifici e che non incidano sulla struttura portante. È possibile dunque installare nuovi ascensori o rinnovare quelli che già ci sono senza pagare oneri o chiedere permessi.

Infine, sarà possibile mettere gazebo in giardino, a patto che siano strutture mobili e non ancorate stabilmente al suolo. Semaforo verde pure per realizzare barbecue in muratura, ripostigli, cucce, voliere e stalli per le bici.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *