What’s New in Italy
Quanto piace la birra agli italiani

Quanto piace la birra agli italiani

Dal 2012 al 2017 sono cresciute tantissimo le aziende produttrici di birra in Italia e sono saliti gli addetti. Il Mezzogiorno è in forte rincorsa sulle aziende del Nord

Che sia rossa, bionda, con doppio malto, al sapore di frutta o amarognola, la birra piace eccome agli italiani. In particolare negli ultimi cinque anni, il mercato di questa piacevole bevanda è cresciuto tantissimo, traghettando la nascita di nuove aziende produttrici e di addetti. Nel 2012, da nord a sud, si contavano appena 286 imprese che operavano nella fabbricazione della birra: alla fine del 2017, invece, se ne contavano ben 693. Il numero degli addetti totali è schizzato a 4 mila.

Sono questi i principali dati dell’analisi condotta da Unioncamere – InfoCamere su dati del Registro delle Imprese delle Camere di Commercio italiane tra il 2012 e il 2017. Spiccano, come numero di aziende, Milano (con 26), Torino (25), Roma (21). Ma, dopo le metropoli, ecco città medio-grandi: Salerno (19), Trento (17), Bergamo e Brescia (16) e Bari (15).

A livello regionale, comanda la Lombardia (105 imprese), che stacca decisamente il Piemonte (62) e il Veneto (56). Analizzando la situazione nel 2012 e oggi, si può notare come il Mezzogiorno abbia dato ottimi risultati. L’aumento più marcato, +5 volte, va al Molise, con le imprese del settore passate da 2 a 10 in cinque anni. Segue la Basilicata (da 3 a 12) e la Sicilia (da 10 a 38).

Dall’analisi dei bilanci depositati e relativi al 2016 di 238 società, si può notare come il mercato sia concentrato in poche imprese: il 75 per cento del fatturato, infatti, ossia 350 milioni di euro, fa riferimento ai primi tre operatori.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *