What’s New in Italy
Alitalia: nuova cordata sfida Lufthansa

Alitalia: nuova cordata sfida Lufthansa

E' costituita da quattro soggetti alleati: Easyjet, Air France - Klm, Delta Airlines e il fondo d'investimento Cerberus. Il 22 febbraio potrebbero incontrare i commissari

Si fa accanita la battaglia per accaparrarsi Alitalia. Se prima c’era solo Lufthansa in rampa di decollo, adesso si è aggiunta la cordata composta da quattro soggetti, ossia Easyjet, Air France-Klm, Delta Airlines e il fondo di investimento Cerberus. In realtà erano già tutti della partita, ma separati., Interessi in comune hanno permesso l’insolita alleanza contro i tedeschi.

Giovedì 22 febbraio, a questo punto, la cordata potrebbe incontrare i commissari Alitalia, Luigi Gubitosi, Enrico Laghi e Stefano Paleari. L’obiettivo principale è ottenere un negoziato in esclusiva, la stessa cosa a cui aspira Lufthansa. A tutti, però, verrà data una risposta precisa: bisogna attendere le elezioni del 4 marzo e il nuovo Governo che si formerà.

Ma come si dividerebbero Alitalia i quattro soggetti della nuova cordata? Easyjet farebbe da veicolo, per tutti i voli di Alitalia, trasportando i passeggeri nell’hub di Fiumicino ed entrando per la prima volta nei viaggi a lungo raggio; Air France eviterebbe di venire schiacciata dal gruppo Iag (British Airways) e da Lufthansa. Delta, alleata dei francesi, ha tutte le intenzioni di entrare nel mercato italiano con le rotte intercontinentali, quelle più redditizie per Alitalia. Infine, Cerberus, da tempo cerca un partner nel settore. Ne troverebbe addirittura tre. Contribuirebbe alla parte finanziaria e, successivamente, dopo ristrutturazione e rilancio della compagnia, potrebbe uscire dal gruppo monetizzando il contributo.

E Lufthansa? Procede piano. Tra rapporti altalenanti con i vertici di Alitalia e momenti di autentico empasse. Nonostante proprio Alitalia sia stata certificata da una società indipendente americana come la compagnia più puntuale nel mese di gennaio (91,89% dei voli atterrati in orario, ovvero entro 14 minuti dall’orario stabilito). Nel 2017 la compagnia era stata la terza in Europa e la sesta al mondo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *