What’s New in Italy
Migliori vini d’Italia: ‘Gentleman’, ecco la classifica

Migliori vini d’Italia: ‘Gentleman’, ecco la classifica

Quattro vini per tre posti. La Toscana conta tre etichette sul podio, la sua egemonia è scalfita da un vino piemontese. Tra i bianchi e vini da dolce, comanda l'Alto Adige

Volete sapere quali sono i migliori vini italiani. Allora eccovi la classifica di ‘Gentleman’, che ha incrociato i voti delle guide italiane e di alcuni siti internazionali. Il podio, eccezionalmente, è occupato da quattro vini, con la Toscana che fa realmente la parte del leone con tre etichette. Lo strapotere toscano viene in parte ammorbidito dalla presenza di un vino piemontese.

Se siete al ristorante, insomma, provate a chiedere il Sodi di San Niccolò 2013 piuttosto che Solaia Toscana 2014, Brunello di Montalcino Poggio al Vento Riserva 2010 oppure Barolo Ornato 2013. Sono loro ad aggiudicarsi le medaglie più importanti nella graduatoria dei migliori nettari degli dei. Il primo è un Chianti classico, così come il Solaia. Il terzo arriva da una delle aziende storiche di Montalcino. Il vino piemontese è invece di Serralunga.

La redazione che ha operato la scelta, spiega: “Le etichette sono state individuate ricorrendo a un procedimento che è marchio di fabbrica del mensile, cioè incrociando le valutazioni (rating e giudizi) espresse dalle otto guide principali italiane con quelle di ‘Wine Spectator’, ‘Wine Advocate’, ‘James Suckling’ e ‘Vinous.com’, fonti che hanno particolare rilievo nella valutazione dei vini di tutto il mondo. Le valutazioni sono tradotte, ove necessario, in voti centesimali, al fine di renderle uniformi”.

Se prendiamo in esame solo le guide italiane, la classifica cambia. Al primo posto troviamo il San Leonardo 2013, prodotto ad Avio, in provincia di Trento. Si tratta di un vino rosso. Secondo posto pari merito per il Torgiano Rosso Rubesco Vigna Monticchio Riserva 2012 (Umbria) e Montiano 2015, Merlot 100% laziale. Al quarto posto il Primitivo ES 2015 di Manduria, in provincia di Taranto, in Puglia.

Tra i bianchi e i vini dolci, primato per il Terlano Sauvignon Quarz 2015, poi il Gewurztraminer Terminum 2014. Entrambe sono etichette altoatesine.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *