What’s New in Italy
Ricerca: solo 46 italiani tra gli studiosi più citati

Ricerca: solo 46 italiani tra gli studiosi più citati

Italia in 13esima posizione mondiale. Università di Bologna per la prima volta in testa alle realtà nazionali che vantano il maggior numero di citazioni

Sono 46, su una lista di 3.539, gli studiosi italiani tra i più citati al mondo nella classifica realizzata dalla Thomson Reuters e rappresentano l’1,3% del totale. Numeri che collocano l’Italia al 13esimo posto. In testa alla classifica gli Stati Uniti con 1.644 ‘Highly cited researchers’ (46,4% del totale), seguiti da Gran Bretagna (344 ricercatori citati) e Cina (249). A livello europeo l’Italia resta stabile in settima posizione dietro a – oltre al Regno Unito – Germania, Olanda, Francia, Svizzera e Spagna.

In testa alle università italiane con il maggior numero di ricercatori citati c’è per la prima volta quella di Bologna (5), che è seguita da quelle di Pavia (4), di Torino (3) e dal Consiglio nazionale delle ricerche (3). A quota due vi sono la Statale di Milano, l’Istituto Mario Negri di Milano, l’Istituto oncologico europeo di Milano, l’Università di Parma, l’Osservatorio astronomico di Bologna, l’Irccs. Citazioni anche per due ricercatori della Commissione europea che operano in Italia.

Ai 46 professori che esercitano in università e centri di ricerca del Belpaese si affiancano i 29 ricercatori che, dopo essersi formati negli atenei italiani, hanno scelto di svolgere il proprio attività all’estero. Cervelli in fuga che ad Harvard, Yale e Berkeley, a Melbourne, Amsterdam, Londra e Parigi ricoprono posizioni di primo piano.

Se il numero degli scienziati tra i più citati operanti in Italia resta stabile, nei primi 12 Paesi questo aumenta (58% di citazioni in più per la Cina negli ultimi 4 anni) con la sola eccezione del Giappone. Paesi in cui la crescita va di pari passo con gli investimenti pubblici e privati effettuati nella ricerca.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *