What’s New in Italy
Vigili del fuoco: c’è il nuovo contratto nazionale

Vigili del fuoco: c’è il nuovo contratto nazionale

Mediamente, in busta paga, ci saranno 84 euro mensili in più. Dopo i militari e le forze dell'ordine, è arrivato l'accordo anche per i vigili del fuoco. Minniti: "Giusto riconoscimento"

Non esulta solo il comparto della scuola, oggi, per la firma del nuovo contratto di lavoro. Dopo militari e forze dell’ordine, infatti, è arrivato il nuovo accordo pure per i vigili del fuoco. In busta paga, mediamente, ci saranno oltre 84 euro mensili in più.

Soddisfatto il ministro dell’Interno, Marco Minniti: “E’ un giusto riconoscimento a operatori della sicurezza che hanno dimostrato, anche nelle più recenti calamità, grandissima professionalità e abnegazione, riscuotendo l’apprezzamento unanime del Paese”. A Palazzo Vidoni era presente pure la ministra Marianna Madia: “Continuiamo a lavorare per mantenere gli impegni presi”.

Il Viminale ha poi ha dato le cifre dell’accordo ed è entrato nei dettagli del nuovo contratto. Gli incrementi salariali potrebbero esserci già nello stipendio di marzo, ha annunciato il sottosegretario Angelo Rughetti, “pari al 3,48 per cento, in linea con gli altri comparti pubblici. I benefici economici non si esauriscono con il contratto”. Viene infatti riconosciuta una nuova voce retributiva, pari a 87 milioni di euro, destinata al riordino delle carriere del Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Il personale vedrà aumentare pure la retribuzione accessoria. Per il personale non direttivo e non dirigente, dunque, ci saranno benefici medi mensili di oltre 257 euro lordi per dipendente (da un minimo di 167 a un massimo di 407 euro). Per il personale direttivo e dirigente si va da 355 euro (la forbice va da 201 a 437 euro) a 417 euro (forbice da 411 a 493 euro).

Soddisfazione, per il buon esito della trattativa, è stata espressa pure dai sindacati. Susanna Camusso, numero uno della Cgil, ha commentato: “Lentamente, ma con costanza, stiamo cercando di tornare alla normalità nei rapporti con la pubblica amministrazione. Ora serve che si sigillino rapidamente anche i contratti di lavoro della sanità e delle autonomie locali”.

Pompeo Mannone, segretario generale della Federazione nazionale della sicurezza della Cisl: “La trattativa è stata complessa, ma si è conclusa in termini positivi”. Antonio Brizzi (Conapo): “Sono soddisfatto per lo stralcio della parte relativa alla distribuzione degli 87 milioni di euro, che prevedeva di destinare una porzione di quei fondi agli impiegati del Corpo”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *