What’s New in Italy
Trapianti: operazione record all’Aou di Pisa

Trapianti: operazione record all’Aou di Pisa

Realizzato il primo trapianto al mondo di fegato da donatore a cuore non battente con il sistema di perfusione normotermica

Per la prima volta a Pisa è stato effettuato dal personale dell’Azienda ospedaliero-universitaria pisana (Aoup) il primo trapianto di fegato da donatore a cuore non battente (Dcd-donazione dopo la morte cardiocircolatoria) realizzato con la metodologia del sistema di perfusione normotermica. Come sottolineato dall’Aoup, “si tratta del primo intervento di questo tipo mai realizzato in ambito internazionale”. Infatti altri centri, sia in Italia sia all’estero, avevano già realizzato trapianti di fegato Dcd, “ma nessuno aveva finora usato la combinazione delle due procedure, ossia anche la perfusione normotermica”.

In Toscana è possibile eseguire il trapianto di organi da donatore a cuore non battente dalla fine del 2016, ma sinora era stata utilizzata soltanto per trapianti di rene. Nel frattempo il Centro trapianti di fegato ha lavorato alla perfusione normotermica, tecnica che permette di perfondere l’organo del donatore dopo il prelievo con sangue e nutrienti, ancora prima che questo sia stato trapiantato nel ricevente. In questo modo non solo si migliorano le condizioni dell’organo ma si valuta anche la sua qualità prima dell’impianto.

Prima dell’intervento compiuto ieri, l’équipe dell’Aoup aveva realizzato la perfusione normotermica 14 volte. L’operazione, che non aveva precedenti, ha visto impegnati “circa 200 professionisti tra chirurghi, medici, anestesisti, infermieri e tecnici, insieme a tutti gli altri servizi aziendali”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *