What’s New in Italy
Spreco alimentare: Coldiretti, ecco come ridurlo

Spreco alimentare: Coldiretti, ecco come ridurlo

Piccoli trucchi per non far finire il cibo nel secchio della spazzatura, con un occhio anche al portafogli

Ridurre gli sprechi alimentari è possibile, con dei semplici trucchi. A indicarli è la Coldiretti in occasione della Giornata di prevenzione dello spreco alimentare.

In primis, sostiene l’associazione di rappresentanza e assistenza dell’agricoltura italiana, si dovrebbe attentamente la scadenza sulle etichette e verificare quotidianamente il frigorifero,  dove i cibi vanno correttamente posizionati. Anche al momento dell’acquisto bisogna essere attenti ai propri comportamenti: è bene comprare poco cibo e spesso, privilegiando confezioni adeguate alle proprie esigenze e alla grandezza del proprio nucleo familiare. Inoltre al banco di frutta e verdura è opportuno scegliere cibi che abbiano il giusto grado di maturazione.

Ridurre gli sprechi è possibile anche con il riutilizzo di quanto avanza al pasto successivo: un’abitudine che è propria del 63% degli italiani, secondo quanto riscontrato da un’Indagine Coldiretti/Ixe’. Ecco allora che sulle tavole compaiono polpette, frittate, pizze farcite, ratatouille, panzanella, macedonia. “Ricette che non sono solo una ottima soluzione per non gettare nella spazzatura gli avanzi – afferma Coldiretti – ma aiutano anche a non far sparire tradizioni culinarie del passato secondo una usanza molto diffusa che ha dato origine a piatti diventati simbolo della cultura enogastronomica del territorio come a ribollita toscana, i canederli trentini, la pinza veneta o al sud la frittata di pasta”.

Gesti che portano anche un beneficio economico: basti pensare che in Italia si spreca cibo per oltre 16 miliardi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *