What’s New in Italy
Italiani in viaggio: a gennaio cala la fiducia

Italiani in viaggio: a gennaio cala la fiducia

L'Istituto Piepoli, per Confturismo, ha calcolato l'indice, sceso di un punto percentuale (a 60) rispetto al mese di dicembre. Colpa della scadenza elettorale vicina?

Gli italiani hanno perso la voglia di viaggiare? A giudicare dai risultati di gennaio 2018 sembrerebbe di sì. L’Istituto Piepoli per Confturismo, infatti, ha calcolato l’indice di fiducia dei viaggiatori del nostro Paese, che è calata di un punto percentuale rispetto al mese di dicembre, portandosi a quota 60.

La voglia di viaggiare resta comunque sufficiente: “Alla base del risultato c’è probabilmente l’incertezza che si respira sempre poco prima di un’importante scadenza elettorale”. Tutti gli altri indicatori economici restano infatti positivi, per questo motivo è lecito aspettarsi un 2018 migliore rispetto al 2017 per il turismo.

Vediamo l’analisi del breve periodo: a febbraio, 4 italiani su 10, soprattutto i più giovani, hanno intenzione di andare a vedere le sfilate di Carnevale, nel 60 per cento dei casi però si tratta di gite da mattina a sera, senza quindi pernottare fuori casa. Le città che vanno per la maggiore, per le sfilate, sono Venezia, Viareggio e Putignano.

L’inverno è particolarmente mite, se escludiamo la Val d’Aosta. Forse anche per questo appena il 30 per cento degli italiani è andato o andrà in montagna. Ma anche in questo caso, pesano gli escursionisti di giornata (circa il 40 per cento). Le montagne italiane restano le preferite, sono scelte da uno su quattro, il 5 per cento ha deciso invece di andare su vette estere. Trentino Alto Adige, Piemonte, Val d’Aosta e Lombardia sono le destinazioni preferite in Italia; quelle confinanti, ossia Francia, Austria e Svizzera, per l’estero.

Sulle mete turistiche complessive prese in considerazione per il prossimo trimestre, la Toscana fa meglio del Trentino Alto Adige, issandosi al primo posto. Poi Lombardia, Piemonte e Lazio. A livello europeo, il Portogallo sbaraglia tutti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *