What’s New in Italy
Massimiliano Arcidiaco: «La competenza del professionista è il valore aggiunto di un apparecchio acustico»

Massimiliano Arcidiaco: «La competenza del professionista è il valore aggiunto di un apparecchio acustico»

Quando dobbiamo affrontare problemi di udito, ci troviamo di fronte ad un bivio: privilegiare il brand o il tecnico audioprotesico? Abbiamo chiesto un parere a Massimiliano Arcidiaco, titolare del centro Audiopro di Cesena

La domanda che abbiamo posto può essere allargata così: è meglio affidarsi alla pubblicità, alla “fama” di un marchio noto o selezionare nel mercato il singolo professionista con cui instaurare un rapporto di fiducia? «Credo si debba scegliere la seconda strada – spiega Massimiliano Arcidiaco – in quanto il tecnico audioprotesico giusto può calibrare la soluzione alle nostre esigenze senza rincorrere la vendita a tutti i costi».

Un aspetto primario che è bene ribadire: chiedere una consulenza, conoscere lo stato del nostro udito, non significa dover acquistare un apparecchio a tutti i costi. Ed è proprio quello che accade nel centro Audiopro di Cesena: l’aspetto commerciale è messo all’ultimo posto di un rigido protocollo, in cui viene monitorato a 360 gradi l’udito del paziente. Un’attenzione e una libertà che il paziente non può trovare nelle dinamiche standardizzate della grande distribuzione: insomma, quello seguito da Massimiliano Arcidiaco è un approccio che non lascia nulla al caso.

Del resto Arcidiaco ha una solida formazione: dopo la laurea si è perfezionato al Nal (National Acoustic Laboratories) di Sydney ed ha conseguito un Master in riabilitazione protesica infantile presso l’università di Modena. Ma, l’obiezione sorge spontanea: l’eccellente tecnico audioprotesico di Cesena potrebbe essere un’eccezione. E allora come riconoscere un bravo professionista?

«Vedere la sua formazione, dove ha studiato, se si avvale di apparecchiature tecnologicamente avanzate – conclude Arcidiaco – ricordiamo che manca un albo professionale, quindi dobbiamo selezionare con attenzione nel ventaglio di figure che si propongono sul mercato».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *