What’s New in Italy
Agricoltura eroica: via libera al primo censimento

Agricoltura eroica: via libera al primo censimento

Le aziende che vorranno proporre la propria candidatura avranno tempo fino al 12 marzo. Si lavora anche al Testo unico del vino per creare i primi vigneti eroici

Semaforo verde per il primo censimento dell’agricoltura eroica. C’è tempo fino al 12 marzo per le imprese che, ritenendo di averne i requisiti, vogliono presentare la propria candidatura. Sul sito del ministero delle Politiche agricole, è stata creata una pagina ad hoc. Qui ogni azienda potrà inserire riferimenti, posizione geografica e spiegare in breve in cosa consiste l’attività.

Lo scopo è avere una vera e propria mappa delle attività eroiche italiane, individuando caratteristiche e difficoltà. Il ministero delle Politiche agricole: “Questa attività è propedeutica all’elaborazione di proposte normative che portino a una maggiore tutela dell’agricoltura eroica”. Cosa si intende per contadini eroici? Sono quelli che producono i limoni della Costiera Amalfitana, l’uva di Pantelleria, di Ponza, delle Cinque Terre.

Il ministro Maurizio Martina: “Vogliamo arrivare a una maggiore tutela e valorizzazione dell’agricoltura eroica. È una delle esperienze più caratterizzanti del modello agricolo italiano, proprio perché unisce il saper fare spesso tradizionale con paesaggi difficili, complessi, che richiedono ancora una cura strettamente manuale. Sono un patrimonio cultura, ancor prima che economico. Nell’anno del cibo italiano nel mondo, apriamo il primo censimento e invitiamo le imprese ad aiutarci ad avere una fotografia più completa possibile di queste attività. Nella prossima legislatura, sarà così possibile lavorare sul rafforzamento degli strumenti a supporto di queste imprese eroiche”.

Parallelamente, il ministero lavora all’attuazione del Testo unico del vino che prevede un decreto specifico per i vigneti eroici, ossia presenti in aree soggette a rischio di dissesto idrogeologico o situati in aree ove le condizioni orografiche creano impedimenti alla meccanizzazione o aventi particolare pregio paesaggistico e ambientale; i vigneti situati nelle piccole isole, caratterizzati da difficoltà strutturali, di meccanizzazione, da effettivo e permanente carattere di isolamento e inserite in un contesto socio-economico penalizzante sotto il profilo della redditività aziendale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *