What’s New in Italy
Moda e nuove professioni: a Roma inizia il Master

Moda e nuove professioni: a Roma inizia il Master

Dedicato ai nei laureati di ogni facoltà, i corsi inizieranno a fine febbraio 2018. Oltre alla teoria insegnata dagli esperti, visite alle istituzioni e laboratori

A Roma le nuove professioni si studiano all’università. A presentare i nuovi corsi, il presidente della Fondazione ‘Sapienza’, Antonello Folco Biagini. Si tratta di un master di I livello in Teoria e Strategie della Moda. Comunicazione, eventi e valorizzazione culturale della moda e del Made in Italy/Ceymoda.

Le competenze vanno dall’archivistica digitale all’editoria (old e new media), dalla semiotica ai corsi, ai laboratori e alle attività pratiche per la preparazione di eventi, videomaking, storytelling, attività social per la moda e la valorizzazione del territorio. Il corso è aperto a laureati in qualsiasi disciplina e nasce dalla collaborazione tra La Sapienza e un team di associazioni, istituzioni e aziende. Compaiono nella lista anche il ministero dello Sviluppo Economico, la Camera Nazionale della Moda, Cna, Unindustria Lazio e Articolo1, società tricolore di servizi per le risorse umane.

Due i direttori del corso: Andrea Carteny e Fabiana Giacomotti, che è giornalista, scrittrice e docente universitaria. Tra i docenti, Bernardo Lecci (direttore della pubblicità di Benetton), Maria Luisa Trussardi, Emanuela Romano (autrice di prodotti tv), Federico Gennari Santori (Social media strategist del gruppo News43, che edita Lettera43, Pagina99, Rivista Studio e Undici), Sergio Salerni (presidente di Urban Production, società che crea sfilate ed eventi per importanti marchi), Antonio Franceschini (head of international market and trade promotion in Cina).

Oltre ai corsi, sono previsti visite – studio presso istituzioni come l’Archivio Maramotti, del gruppo Max Mara, e la Brunello Cucinelli di Solomeo. Il bando per le iscrizioni è aperto, si comincia a fine febbraio di quest’anno.

Gianni Scaperrotta, direttore generale di Articolo1, dice: “Riteniamo che la formazione sia alla base del successo lavorativo in ogni campo. Questo progetto vuole preparare i giovani alle nuove professionalità in un settore strategico per il nostro Paese come il made in Italy”.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *