What’s New in Italy
Golden Globes Awards: Italia senza premi

Golden Globes Awards: Italia senza premi

'Chiamami col tuo nome' di Luca Guadagnino concorreva in tre categorie; delusione anche per i registi nostrani Paolo Virzì e Paolo Sorrentino

L’Italia esce a mani vuote (e comprensibilmente delusa) dai Golden Globes Awards. Neanche un premio, nonostante tre candidature da parte di ‘Chiamami col tuo nome’, di Luca Guadagnino. Concorreva per il miglior film drammatico, il miglior interprete protagonista e il miglior attore non protagonista.

A superare la pellicola tricolore è stato ‘Three Billboards Outside Ebbing, Missouri’. Thimothée Chalamet e Armie Hammer si sono dovuti inchinare a Gary Oldman, che ha interpretato Winston Churchill in ‘L’ora più buia’ e a Sam Rockwell per ‘Three Billboards Outside Ebbing, Missouri’, che ha portato casa il Golden Globe con il regista Martin Mcdonagh e per l’attrice protagonista Frances McDormand. Anche in questo caso, delusione per Paolo Virzì, con ‘The Leisure Seeker’, che presentava Helen Mirren come candidata.

L’Italia ha raccolto quindi solo le briciole. Jude Law, candidato per la splendida interpretazione di Papa Lenny Belardo in ‘The Younh Pope’, di Paolo Sorrentino, ha perso contro Ewan McGregor, protagonista della seconda stagione della miniserie ‘Fargo’, nella categoria miglior attore di una miniserie tv.

Per il cinema italiano e per le produzioni nostrane ci sarà possibilità di riscatto in futuro. Per adesso, però, i registi del nostro Paese si devono leccare le ferite. La serata dei Golden Globes Awards ha aperto la stagione dei premi, che culminerà a marzo con gli Oscar.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *