What’s New in Italy
McDonald’s: panino tricolore con cipolla di Tropea e aceto balsamico di Modena

McDonald’s: panino tricolore con cipolla di Tropea e aceto balsamico di Modena

Creato da Joe Bastianich, viene offerto da oggi nei 560 locali italiani della catena fast food. E c'è spazio anche per il Provolone Valpadana Dop

McDonald’s parla italiano grazie a uno chef di richiamo internazionale e due tipicità tricolore. Parliamo dell’italo-americano Joe Bastianich, della cipolla rossa di Tropea Igp e dell’aceto balsamico di Modena Igp, insieme per offrire ai consumatori del nostro Paese tre nuovi panini ‘Premium’.

Per chi non lo sapesse, Bastianich è anche imprenditore della ristorazione. Ed è lui che ha ideato e realizzato le tre specialità per la nuova linea My Selection di McDonald’s. L’esordio dei panini è previsto proprio per oggi, giovedì 4 gennaio. Due di questi sono a base di hamburger di carne 100 per cento bovina, uno con il 100 per cento di petto di pollo. Saranno serviti nei 560 locali italiani della catena di fast food Usa.

Tra gli ingredienti che danno valore c’è l’aceto balsamico Igp di Modena, che comparirà in particolare nel My Selection BBQ, ossia hamburger di carne bovina di provenienza rigorosamente italiana, cipolla rossa di Calabria Tropea IGP, formaggio Gouda stagionato, salsa coleslaw, bacon croccante, insalata e, per l’appunto, aceto. Ma nei panini McDonald’s compare pure un terzo ingrediente nostrano, il Provolone Valpadana Dop.

A parlare è il direttore del Consorzio di tutela dell’Aceto balsamico di Modena Igp, Federico Desimoni: “Negli ultimi anni, McDonald’s ha dimostrato di avere un’attenzione particolare alla qualità degli ingredienti, andando a scegliere tra Dop e Igp italiane, non soltanto per innalzare il livello qualitativo del panino finito, ma altresì per favorire la conoscenza e la diffusione di tali prodotti attraverso un canale di comunicazione non tradizionale”.

Nella nuova partnership, “l’Aceto Balsamico di Modena Igp è considerato uno degli ingredienti di riferimento, forte anche di una consolidata notorietà che tale prodotto può vantare all’estero, verso cui indirizza oltre il 90 per cento della produzione”.

Il colosso americano del fast food investe l’80 per cento per materie prime, pescando tra eccellenze italiane: carne bovina, salumi, carne avicola, latte e uova. E ora anche aceto, provolone e cipolla.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *