What’s New in Italy
Serie A nelle feste: l’esperimento ha funzionato

Serie A nelle feste: l’esperimento ha funzionato

Media spettatori di serie A allo stadio superiore a quella delle precedenti 18 giornate; e il derby di Coppa Italia tra Milan e Inter ha fatto il pieno in tv

La serie A di calcio nelle feste di Natale e di fine anno? Un successo. L’esperimento delle partite anche quando solitamente il nostro campionato va in ferie è riuscito. Tra il 23 e il 30 dicembre, con in mezzo la Coppa Italia, si sono giocate due giornate del massimo torneo di calcio. Il derby Milan-Inter, valido proprio per la coppa nostrana, ha avuto 8,2 milioni di persone davanti alla televisione, pari al 36 per cento di share. E a San Siro si sono presentati in 50 mila.

E ancora: l’ultima giornata del 2017 ha avuto una media di 24.880 spettatori, malgrado mancassero vere e proprie sfide scudetto (ma c’erano Fiorentina-Milan e Inter-Lazio). Il dato è superiore, di poco, alla media delle prime 18 giornate, che già avevano fatto segnare un incoraggiante +10 per cento rispetto alla scorsa stagione.

Tutti felici, dunque? I calciatori magari no perché non hanno potuto brindare come gli altri anni. Ma anche gli organizzatori del business del pallone tricolore devono lavorare ancora molto per recuperare terreno sui campionati principali d’Europa. La percentuale di riempimento degli stadi, da noi, è del 64,6 per cento, contro il 91,8 della Germania, il 90,7 dell’Inghilterra e il 72,6 della Spagna.

Le famiglie, specialmente quelle con bambini, preferiscono di gran lunga l’orario delle 12.30 della domenica per andare allo stadio. Non piace invece quello serale, delle 20.45 dove, in particolare al Nord, si scende spesso e volentieri sotto lo 0 come temperature. Eppure, proprio le 12.30 non è sicuro che resterà. Si era pensato a questa soluzione per favorire il mercato asiatico, in particolare quello cinese. Nicholas Gineprini, consulente per il mercato calcistico cinese, spegne però gli entusiasmi: “La Liga ha pubblicizzato alla grande il Clasico tra Real Madrid e Barcellona, in programma alle 13 spagnole. La Serie A, invece, non è ancora nemmeno su Sina Weibo, il più grande social network cinese. Significa quasi non esistere, dato l’alto grado di digitalizzazione della popolazione”.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *