What’s New in Italy
Parlamento italiano: ufficialmente sciolte le Camere, si vota il 4 marzo

Parlamento italiano: ufficialmente sciolte le Camere, si vota il 4 marzo

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, con atto formale, ha sciolto le due Camere, dando inizio di fatto alla campagna elettorale

Le Camera sono state ufficialmente sciolte dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. È stata fissata la data delle elezioni, il 4 marzo 2018. Il Parlamento, da qui alle votazioni, si occuperà solamente dell’ordinaria amministrazione.

Questa è stata la 18esima legislatura in Italia, particolarmente travagliata, con tre governi che si sono succeduti. Entriamo dunque ufficialmente in campagna elettorale. Prima, però, il presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini, stila un bilancio: “Le scelte sulle politiche del lavoro hanno provocato divisioni”. E poi promette, per il futuro, tre obiettivi: cittadinanza, lotta all’omofobia e cognome della madre ai figli.

La prima riunione delle nuove Camere del Parlamento è fissata per il 23 marzo 2018. Solo dopo l’elezione dei due presidenti e la costituzione dei gruppi parlamentari, il capo dello Stato potrà avviare le consultazioni per formare il nuovo governo. Dopo le elezioni, Paolo Gentiloni si dimetterà ufficialmente, ma verrà riconfermato da Sergio Mattarella per sbrigare gli affari correnti. Nell’ordinamento politico italiano, infatti, non esiste una vacatio di poteri esecutivi. Anche il vecchio governo resta in carica fino al giuramento di quello nuovo che non potrà comunque entrare in carica prima della prima settimana di aprile. Esecutivo che dovrà presentare il Def alle Camere entro il 10 aprile.

Tra i commenti più caustici, c’è quello di Daniela Santanché, deputata di Forza Italia: “Finalmente è stato restituito agli italiani il diritto di voto, finalmente potremo tornare alle urne e scegliere il governo che desideriamo per la guida dell’Italia”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *