What’s New in Italy
Mozzarelle: quella di Gioia del Colle diventa Dop

Mozzarelle: quella di Gioia del Colle diventa Dop

E il Consorzio di tutela mozzarella di bufala campana Dop annuncia il ricorso al Tar

Una nuova mozzarella Dop: è quella di Gioia del Colle. Il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, ha riconosciuto alla mozzarella pugliese la denominazione di origine protetta e ha già inviato la documentazione alla Commissione europea per il riconoscimento finale della denominazione. Una scelta che se da una parte rende felice il Comitato promotore della mozzarella Dop di Gioia del Colle, dall’altra suscita la rimostranza del Consorzio di tutela mozzarella di bufala campana Dop. Presenteremo un ricorso al Tar contro il via libera alla nuova mozzarella Dop di Gioia del Colle. “È una decisione che non possiamo accettare” afferma il suo presidente Domenico Raimondo.

Secondo il Consorzio di tutela mozzarella di bufala campana Dop riconoscere la denominazione alla mozzarella pugliese rappresenterebbe “un clamoroso autogol dell’Italia, che né i mercati né i consumatori capirebbero”. Di diverso avviso è Piero Laterza, presidente del Comitato promotore della mozzarella Dop di Gioia, per il quale si tratta di “prodotti diversi” e che sottolinea la possibilità di “mettere in campo sinergie per offrire qualità e garanzie comuni ai consumatori che non sono confusi ma assai consapevoli nelle scelte”.

Le caratteristiche della mozzarella Dop di Gioia del Colle sono il suo essere biologica, realizzata con il latte di mucche che si nutrano al pascolo almeno 150 giorni l’anno e una fermentazione al 100% naturale ottenuta con il ‘siero innesto’. La mozzarella campana è realizzata invece con il latte di bufala.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *