What’s New in Italy
Libri: 6 italiani su 10 non leggono

Libri: 6 italiani su 10 non leggono

Secondo l’indagine Istat non si aveva un dato così basso dal 2001. Cresce la diffusione degli ebook

Solo quattro italiani su dieci leggono almeno un libro l’anno soltanto per amore della lettura. Un trend che da sette anni è in continua diminuzione e che ha raggiunto lo stesso valore del 2001 (40,5%). A delineare le abitudini letterarie degli italiani è stata l’Istat con l’indagine ‘Produzione e lettura di libri in Italia’.

Il picco massimo di lettori si è avuto nel 2010 (46,8%), dopo una continua crescita dal 2000 (38,6%). A perdere lettori sono soprattutto le fasce di età più basse: in quella 15-17 anni si è passati dal 53,9% del 2015 al 47,1%, tra i 20-24 da 48,9% a 44,7%. Tra uomini e donne sono ancora una volta le ultime a preferire la lettura: lo scorso anno le lettrici erano il 47,1% contro il 33,5% dei lettori; un divario quello tra i due generi che è andato crescendo dal 1988 quando il 39,3% delle donne si dichiarava un lettore, contro il 33,7% degli uomini. Dieci anni anni dopo leggeva il 46,4% delle donne e il 36,7% degli uomini.

Lo zoccolo duro dei lettori è rappresentato dalle ragazze con un’età compresa tra gli 11 e i 19 anni: il 58,7% di loro ha letto almeno un libro che non fosse per studio o lavoro. Soltanto dopo i 60 anni il numero di donne che non leggono supera quello di coloro che non rinunciano al piacere della lettura. Tra gli uomini, invece, la percentuale del 50% di lettori non si raggiunge in alcuna classe di età.

Ad incidere sulla propensione alla lettura è anche la posizione geografica (nel Nord-est i lettori sono il 48,7% contro il 27,5% del Sud) e la familiarità alla lettura (nella fascia 6-18 costituiscono il 66,9% con i genitori lettori e il 30,8% con i genitori che non leggono).

Cresce la diffusione dell’ebook: lo scorso anno 4,2 milioni di persone (7,3% della popolazione) hanno scelto tale formato e 6,3 milioni (11,1%) hanno scaricato libri online (nel 2015 era l’8,2%). Ebook che piacciono soprattutto al Nord-est (14% contro l’8,1% del Sud) e nelle aree metropolitane (15,3% contro l’8,7% dei comuni fino a 10mila abitanti).

Anche a causa della diffusione degli ebook, le librerie in casa sono povere: il 10% delle famiglie non possiede libri, il 28,5% non più di 25, il 63,2% al massimo 100 libri e poco più del 25% più di 100. Presenza di libri che, comunque, non è sinonimo di lettura: il 21,4% di chi ha più di 100 volumi non ha letto neanche un libro, il 19,8% tra uno e tre libri all’anno e soltanto il 36% più di 3 libri.

L’abitudine o meno alla lettura è indicativa anche della propensione ad altre attività culturali: si è recato al cinema il 68,9% dei lettori contro il 41,7% dei non lettori, è andato a teatro il 34,7% contro il 10,2%, ha visitato mostre o musei il 54,1% contro il 15,8%.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *