What’s New in Italy
Charter italiani: 2017 e 2018 anni della svolta

Charter italiani: 2017 e 2018 anni della svolta

Qualità del viaggio, voli diretti per i paradisi tropicali: queste le novità da parte delle compagnie italiane che rivaleggiano ormai con gli stranieri del settore

Il 2017? L’anno dei charter made in Italy, decisamente. In particolare le ultime settimane dell’anno si stanno dimostrando particolarmente intense per il comparto che, nel 2018, raggiungerà anche destinazioni come Cina e Vietnam.

Neos, punto di riferimento per chi vuole fare trasporto charter in Italia, ha ricevuto recentemente nella sua flotta il primo dei tre B787 Dreamliner ordinati. E punta in avanti. Carlo Stradiotti, amministratore delegato di Neos e direttore generale di Alpitour, spiega: “Per noi è stato un investimento importante che abbiamo potuto fare perché la compagnia è solida dal punto di vista finanziario, con un fatturato atteso per il 2018 di 350 milioni, e perché abbiamo alle spalle un gruppo forte che ci consente di portare avanti il nostro modello di business vincente all’insegna dell’integrazione verticale”.

Neos è la prima compagnia aerea italiana a poter contare su un Dreamliner. Uvet non sta a guardare. Dopo aver acquisito il 100 per cento di Blue Panorama, la politica dei piccoli passi sta funzionando: “Purtroppo non possiamo permetterci il 787, siamo un vettore di nicchia, ma vogliamo comunque essere protagonisti. Per questo, per la summer, acquisteremo un aeromobile per il lungo raggio e uno per il medio. E le innovazioni non saranno tutte qui, ma coinvolgeranno anche la cabina”. Queste le parole del presidente Luca Patanè, che vuole competere con le compagnie straniere anche per la qualità del viaggio.

Un po’ tutti cercano di far tornare agli italiani la voglia di andare in vacanza, magari con un volo diretto per un paradiso tropicale invece che con uno che fa scalo in Europa o in un Paese del Golfo. Vedi la nuova Meridiana targata Qatar Airways: “Grazie ai nuovi B737-Max e Airbus 330, gradualmente verrà rinnovata la nostra flotta, a tutto vantaggio del comfort, della qualità del servizio che intendiamo offrire ai nostri clienti e alla redditività della compagnia”. Parola del vice presidente, Marco Rigotti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *