What’s New in Italy
Export agroalimentare: raggiunta quota 40 miliardi, è record

Export agroalimentare: raggiunta quota 40 miliardi, è record

Nel 2017 cresce l’esportazione dei cibi della tradizione italiana. Formaggi, salumi e vino i prodotti più ricercati

I cibi italiani sempre più amati sulle tavole estere. Nel 2017 l’export del Made in Italy agroalimentare è cresciuto del 6% e per la prima volta ha superato i 40 miliardi di euro. La stima è stata realizzata da Coldiretti sulla base dei dati Istat sul commercio estero per il periodo gennaio-settembre. I mercati principali dell’export italiano sono Germania, Francia e Stati Uniti seguiti da Gran Bretagna.

In Europa, che rappresenta il mercato che assorbe i due terzi dell’export italiano, si è avuto un incremento del 5%. E se l’esportazione è stata praticamente stabile in Germania (+1%), in Francia si è registrato un +7%, in Gran Bretagna un +2% e negli Stati Uniti un +6%. Il vero boom è rappresentato però dalla Cina (+17%), dal Giappone (+39%) e dalla Russia (+31%) dove le esportazioni sono limitate dall’embargo verso una serie di prodotti provenienti dall’Unione Europea.

Tra i prodotti che tirano l’export del Made in Italy vi è il vino, che ha fatto registrare complessivamente un +7%, con buone prestazioni anche nei paesi produttori come Stati Uniti (+5%), Australia (+12%) e Francia (+11%). Nella patria dello Champagne anche lo spumante italiano è sempre più apprezzato come dimostrano le vendite cresciute del 18%.

Bene anche l’export di formaggi, aumentato del 9% (in Francia +14%, in Cina +38%), e salumi, con un incremento dell’8% (+10%). Stabile si mantiene l’export dell’ortofrutta con un +2%, mentre arretra la pasta che registra un -3% (in Cina +14%).

“L’andamento sui mercati internazionali – afferma Roberto Moncalvo, presidenti di Coldiretti –  potrebbe ulteriormente migliorare con una più efficace tutela nei confronti della ‘agropirateria’ internazionale che fattura oltre 60 miliardi di euro utilizzando impropriamente parole, colori, località, immagini, denominazioni e ricette che si richiamano all’Italia per prodotti taroccati che non hanno nulla a che fare con la realtà nazionale”.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *