What’s New in Italy
Pasta al 100 per cento pugliese

Pasta al 100 per cento pugliese

Firmato accordo tra Divella, Coldiretti della Puglia e Consorzio Agrario del Centro Sud. La pasta sarà interamente prodotta con grano duro della regione

Pasta al 100 per cento italiana, anzi pugliese. Divella ha firmato un accordo con l’associazione degli agricoltori Coldiretti della Puglia e con il Consorzio Agrario del Centro Sud per produrre pasta proveniente al 100 per cento dal grano duro pugliese.

L’accordo fissa un prezzo minimo garantito del grano duro a 28 euro al quintale e prevede bonus per il grano contenente proteine superiori in percentuale al 14,5 per cento. Se il prezzo del prodotto dovesse aumentare, pure gli agricoltori pugliesi si vedranno premiare con un compenso maggiorato. Divella, da parte sua, ha fatto sapere che acquisterà 30 mila tonnellate di grano duro pugliese dagli agricoltori della provincia di Foggia e di Bari.

Non è la prima volta che i pastai firmano contratti con gli agricoltori della regione Puglia. Sono tuttora in corso quelli con Ghigi, Granoro, Grano Armando e Voiello. Il nuovo accordo è un modo per preservare e promuovere sempre di più la pasta completamente italiana, autentico patrimonio culinario del nostro Paese.

Al momento, l’Italia macina tre e milioni e mezzo di quintali di grano ogni anno, producendone però appena 700 mila quintali. Il resto viene importato dall’estero dove, però, i controlli sulle materie prime non sono rigorosi come da noi.

Dal 2018, come già sappiamo, diventerà legge l’etichettatura di provenienza delle materie prime che compongono la pasta.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *