What’s New in Italy
Scarpe italiane: Lotto e Superga, le antagoniste di Nike e Adidas

Scarpe italiane: Lotto e Superga, le antagoniste di Nike e Adidas

Fila e Sergio Tacchini sono invece passate sotto marchi stranieri. Lotto punta sul lifestyle, Superga rispolvera la collaborazione con Ivan Lendl

Lotto, Fila, Sergio Tacchini, Superga: le scarpe sportive italiane hanno vestito leggende dello sport come Bjorn Borg, John McEnroe, Martina Navratilova, Boris Becker, Ivan Lendl, Gabriele Sabatini, Monica Seles, Dino Zoff, Roberto Baggio e Ruud Gullit. Erano i tempi in cui Adidas e Nike venivano in Italia per scoprire come fare.

Ma oggi com’è la situazione? Fila e Sergio Tacchini da tempo sono asiatiche. Lotto, che si trova nel cuore del distretto dello Sportsystem di Montebelluna, sta vivendo una seconda giovinezza. Andrea Tomat, il presidente della società che diversi anni fa ha rilevato l’azienda insieme ad altri manager, spinge forte sul lifestyle. L’ultima collezione si chiama Life’s.

Sotto il cappello Lotto troviamo cinque diversi brand: Lotto Performance per gli sportivi più pretenziosi, gli agonisti e i professionisti; Life’s per chi privilegia l’attività sportiva leggera, dedicata al benessere, al divertimento, a uno stila informale ma piacevole; Lotto Leggenda che ripropone in una sorta di revival le scarpe storiche, rivisitate; Aequiter per le calzature sportive protettive e di supporto; Lotto Works con soluzioni di alta qualità tecnica per gli ambienti di lavoro.

Nel 2016 Lotto Sport Italia ha fatto segnare un fatturato di 281 milioni di euro (74% estero, 26% Italia), ha 274 dipendenti, distribuisce in oltre 100 Paesi e può contare su 150 negozi monobrand e 4 mila multibrand.

Fila sta cercando pure di riposizionarsi sempre più nel settore del lifestyle. Valorizzando l’eredità dei grandi campioni dei passato. Il marchio appartiene a Fila Korea che ha ceduto la licenza a Integrix Bv. Proprietà asiatica pure per Sergio Tacchini, che ha ceduto la licenza per la produzione e distribuzione delle scarpe al gruppo vicentino Ubc, con una strategia di riposizionamento per fasce più basse del mercato.

Infine c’è Superga: strategia di rilancio attingendo ai meravigliosi anni ’80. Entrato nel portafogli di Basicnet, l’azienda che ha nel suo portafoglio pure Kappa e Robe di Kappa, anche lo storico marchio delle scarpe di tela sta vivendo una seconda vita. Ha al centro della strategia una forte espansione nel mercato estero (in Italia le vendite sono in calo). Nel primo semestre del 2017, vendite in crescita in tutti i Paesi americani: Cile +176%, Brasile +86%, Argentina +28% e Usa +18%. In Europa, crescita significativa in Inghilterra (+22%), nel Nord Europa (+21%) e in Grecia (+20%). In Germania aumento del 6%. Rallentamento invece in Turchia e in Italia, come già detto (-22%). Siamo in totale a 63 milioni di euro, in calo comunque rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Designer e blogger sono al lavoro per aumentare l’elemento moda nelle collezioni Superga. E’ ripresa recentemente la collaborazione con Lendl.

Le nuove Superga Sport Lendl sono come quelle che il tennista utilizzava nella sua carriera sportiva, vincendo tanto. Funzionerà?

Tag utilizzati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *