What’s New in Italy
‘Orgoglio Brescia’ porta a Chicago Leosphere

‘Orgoglio Brescia’ porta a Chicago Leosphere

In nome del gemellaggio tra la città dell'Illinois e Milano, arriva la maxi installazione da 45 metri, ispirata agli studi di Leonardo da Vinci

‘Orgoglio Brescia’ arriva a Chicago. Il Consorzio italiano porta nella città dell’Illinois ‘Leosphere’, sfera in legno alta 45 metri e ispirata agli studi di Leonardo da Vinci, creata da Florian Boje. Nel 2018 farà bella mostra di sé nel centro di Chicago per celebrare i 45 anni di gemellaggio tra la città del vento e Milano.

L’opera vuole per l’appunto rappresentare l’incontro, la contaminazione e il dialogo tra l’ingegno italiano e la tecnologia americana. Il suo modello in scala sarà in esposizione dal 17 novembre al 7 gennaio 2018 al The Mart, il palazzo del merchandising più grande al mondo. Uno spazio da 372 mila metri quadrati.

L’opera sarà collocata al piano terra, nello Spazio Ernesto Meda. La missione americana è patrocinata dal Comune di Milano, organizzata e coordinata da Joseph Monastero e Francesca Parvizyar, co-chair di Sister Cities International Milan Committee, Robert Allegrini, vice presidente di Corporate Communications – The Americas Hilton, con il supporto dell’agenzia Ice e dell’Istituto italiano di cultura di Chicago.

Paolo Franceschetti, presidente del Consorzio ‘Orgoglio Brescia’, dice: “Solo progetti grandiosi e unici hanno la possibilità di essere apprezzati e valorizzati a livello internazionale. Noi abbiamo l’ambizione di arredare il mondo con le nostre mega strutture, che sono imponenti installazioni, musei a cielo aperto”. E ancora, precisa il vice presidente nazionale di Piccola Industria di Confindustria nonché team leader del progetto, Giancarlo Turati: “Siamo partiti da Milano, con Expo, con un’opera di Michelangelo come l’Albero della Vita, e adesso facciamo tappa a Chicago con una grande opera ispirata al genio di Leonardo da Vinci”.

Non dimenticando che Orgoglio Brescia è prima di tutto “un messaggio culturale e imprenditoriale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *