What’s New in Italy
Ema: Milano beffata dalla sorte

Ema: Milano beffata dalla sorte

La nuova sede dell’Agenzia del farmaco sarà Amsterdam

La nuova sede dell’Ema, l’agenzia del farmaco europea, sarà Amsterdam. Milano, che sino all’ultima votazione aveva ottenuto il maggior numero di voti, ha visto svanire il suo sogno al ballottaggio. Avendo ottenuto lo stesso numero di voti (13), l’assegnazione è stata effettuata con il sorteggio effettuato con due buste che ha favorito la città olandese.

Un risultato che ha lasciato “delusione e amarezza per sconfitta al sorteggio dopo 2 turni vinti. Rimane valore candidatura #Milano su cui Italia ha fatto sistema” (ministro della Salute Beatrice Lorenzin su Twitter), ma che è anche la dimostrazione di “una candidatura solida sconfitta solo da un sorteggio” (il premier Paolo Gentiloni su Twitter). Per il governatore della Regione Lombardia, Roberto Maroni, rappresenta “il paradigma di un’Europa che non sa decidere”. “Nessun rammarico” per il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, che sottolinea come “abbiamo fatto tutto il possibile”. Farmindustria sottolinea come “l’Italia ha dimostrato di conquistare il gradino più alto del podio per la valutazione di merito. Nelle prime votazioni ha infatti ottenuto più voti delle altre candidate. A dimostrazione del fatto che Milano rispondeva al meglio a tutte le caratteristiche di qualità richieste”.

L’Ema è l’agenzia europea che si occupa della valutazione scientifica, della supervisione e della vigilanza su tutti i farmaci, umani o veterinari, commercializzati all’interno dell’Unione europea. Il suo staff è composto da 775 persone, che salgono a oltre 5 mila con quelle che vi ruotano intorno, mentre il budget è di 325 milioni di euro con un volume di affari generato di 1,5 miliardi di euro. Con sede a Londra, dopo la Brexit si era reso necessario il suo trasferimento in una nuova città europea.  

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *