What’s New in Italy
Fico Eataly World: a Bologna è nato il luna park del cibo italiano

Fico Eataly World: a Bologna è nato il luna park del cibo italiano

Eataly e Coop hanno creato, su 100 mila metri quadrati, una cittadella del cibo. Ci sono 32 fabbriche di cibo, 47 punti di ristoro e 9 mercati

Chiamiamolo Luna Park del tortellino: 100 mila metri quadrati pieni di cibo. Un’unica condizione: che siano alimenti buoni e italiani. Il nome non è stato scelto a caso, ‘Fico’, ossia Fabbrica Italiana COntadina, l’ultima impresa di Oscar Farinetti, il signor Eataly.

Ha trovato casa all’ex mercato ortofrutticolo di Bologna. I soldi arrivano per metà da Farinetti stesso, per metà dalla Coop. Così è nata la città del cibo made in Italy. “In Europa si sono 1.200 qualità di mele e mille sono in Italia” recita un cartello. Il sindaco di Bologna incalza: “Chi mangia da solo, digerisce malissimo”.

I media hanno potuto visitare in anteprima la cittadella, per il pubblico cancelli aperti dal 15 novembre alle 15. E sarà presumibilmente assalto: qui si trovano 32 fabbriche di cibo, 47 punti di ristoro, 9 mercati, un teatro, un centro congressi, 700 posti di lavoro (3 mila con l’indotto), un albergo da 300 camere che arriverà a breve. Si attendono sei milioni di visitatori l’anno.

Eataly ha puntato sull’unione tra mercato, ristorazione, didattica, produzione e trasformazione. All’esterno, infatti, si possono visitare 22 campi coltivati, la vigna, la tartufaia, l’agrumeto, 200 animali. E assistere al ciclo di vita di un pranzo intero: dal seme all’ammazzacaffè. Si può anche giocare da Fico: sei giostre approfondiscono i temi della nutrizione. In quella del futuro, si sceglie il seme, lo si mette in terra e, scaricando un’app, ti arrivano sul telefono le foto della tua piantina, aggiornandoti sulla sua crescita.

Non manca il cioccolatiere Venchi, con due attrazioni: il logo riprodotto con 34 mila cioccolatini e la telecamera che ti riprende mentre degusti e poi ritrasmette la tua faccia goduriosa, con rilievi al computer su ciò che ti è piaciuto di più, quanto e quando.

Quattro università terranno lezioni e convegni qui. C’è il campo da beach volley e il minigolf a forma di Italia per smaltire ciò che hai appena consumato. Dentro si gira pure in bici, con tricicli e cestoni dove puoi mettere quello che acquisti. Infine, i film a tema, girati da giovani registi selezionati da Maurizio Nichetti. Che puoi trovare qui? Il cocktail bar che fa il Negroni in cento e più maniere diverse, il lampredotto toscano, il panzerotto pugliese, la pizza napoletana e la focaccia ligure. I 52 migliori vini nazionali.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *