What’s New in Italy
Orologi di lusso: Italia tra tradizione e moda

Orologi di lusso: Italia tra tradizione e moda

C'è la tradizione di Panerai e l'eleganza di Emporio Giorgio Armani. La vivacità di Tb Buti e il gusto per il fashion degli stilisti Dolce & Gabbana

L’Italia segue la Svizzera nel comparto degli orologi di lusso. Insieme a Germania e Giappone, sono i quattro Paesi che fanno la differenza. Quelli italiani, poi, abbinano stile, lusso e manifattura. Le caratteristiche che rendono unico il made in Italy all’estero anche in altri campi.

Ci sono gli orologi della tradizione, ma anche quelli che appartengono a brand del fashion e che quindi trainano il successo di alcuni modelli. Se Panerai è un’industria nata addirittura nel 1860 a Firenze e che ha prodotto, tra gli altri, orologi subacquei per la Marina Militare per oltre 50 anni, Anonimo è ancora un marchio tutto fiorentino, creato da Federico Massacesi con l’esperienza della famiglia Ambuchi alle spalle.

Non si può poi non citare Bulgari, Casa nata nel 1884 e che non è specializzata solo nella produzione degli orologi, ma in beni di lusso. A portare avanti il marchio oggi c’è la Bulgari Time Sa, fondata nel 1980 e che ha la sede principale in Svizzera. C’è U-Boat, marchio giovane nato nel 1999, creato da Italo Fontana sui disegni del nonno del 1940. Tra gli appassionati Giorgio Armani, James Blunt, David Beckham e Tom Cruise.

TB Buti è stato fondato da Tommaso Buti, prima appassionato, poi collezionista e infine produttore. La sua specialità sono i quadranti e i cinturini dai colori vivaci. Meccaniche Veloci è stato lanciato nel 2006 ed è noto per la collezione ‘Quattro Valvole’, con la cassa che assomiglia ai pistoni di un motore. Del resto, il brand è nato dalla collaborazione con aziende italiane leader nel mondo della corsa.

Officina del Tempo è stata lanciata nel 2000 da Giorgio e Roberto Emili. Disegni seducenti, soluzioni innovative: ogni anno alla Fiera di Basilea sono tra i protagonisti. Fendi è entrato nel mondo degli orologi negli anni ’80. Tutti conoscono Breil, marchio del Gruppo Binda, fondato nel 1906. Nel 1942 è iniziata l’ascesa. Nel 1997 Emporio Armani Orologi è sbarcato in questo mondo. Tre anni dopo è toccato pure a Dolce & Gabbana.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *