What’s New in Italy
HostMilano 2017: un successo, +24,3% di visitatori professionali

HostMilano 2017: un successo, +24,3% di visitatori professionali

Piatti made in Italy tradizionali, ospitalità e tecnologia: ecco gli ingredienti di successo della Fiera che torna a ottobre del 2019 con altre novità

Ha chiuso a Milano la 40esima edizione di Host, la Fiera dell’ospitalità e del made in Italy. Tecnologia al servizio della ristorazione. Il bilancio è positivo, come segnala Rocco Pozzulo, presidente della Federazione Italiana Cuochi.

Del resto, le specialità gastronomiche proprio non mancano nel nostro Paese. Ogni regione ha le sue. Pozzuolo, lucano, parla proprio del territorio che conosce meglio: “Da Potenza a Metaponto, il nostro strascinato varia e, nel condimento, si fa dal pecorino all’acciuga, fino ai peperoni cruschi. Un viaggio nei sapori infinito, che visto dall’estero – dove questo prodotti non ci sono, diventa un percorso di potenziale crescita per il nostro territorio”.

Ad aiutare la gastronomia c’è la tecnologia, che diventa la chiave di accesso a nuovi mercati. Quello che sta capitando al peperone crusco. Avete presente le collane di peperoni dolci appese a seccare tipiche del paesaggio della Basilicata? Oggi il prodotti si vede già fritto e croccante ed è uno snack per i bar. Essere glocal: questo il messaggio di Pozzulo.

Continuare a far vivere la tradizione del territorio, ma aperti all’innovazione tecnologica. I numeri di HostMilano 2017 vanno proprio in questa direzione: i visitatori professionali sono stati 187.602 (+24,3% rispetto al 2015), il 38,8% internazionali da 177 Paesi diversi (72.699, +20,4% rispetto al 2015). Mentre già si prepara la prossima edizione della Fiera, in programma dal 18 al 22 ottobre del 2019. E per allora ci sarà probabilmente una novità: la spiegazione di che cos’è un piatto tipico. Unione Cuochi della Basilicata e Dipartimento Agricoltura stanno preparando un disciplinare in materia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *