What’s New in Italy
Scuola: risultati migliori con genitori lavoratori

Scuola: risultati migliori con genitori lavoratori

E’ quanto emerge dai risultati dei test Invalsi sulle competenze in letteratura e matematica

I bambini con le mamme lavoratrici hanno risultati migliori a scuola. Lo testimoniano i risultati dei test Invalsi 2015/2016 sulle competenze in letteratura e matematica realizzati sugli studenti di terza media.

La differenza di punteggio medio è del 10% nel caso dei test sulla competenza linguistica e del 15% nel caso di quelli in matematica, sempre a favore di chi ha una mamma che lavora. In italiano infatti il punteggio medio di chi ha la mamma casalinga è di circa 58 punti contro i 63,7 punti di coloro che hanno i genitori con sé solo per poco tempo (media nazionale di circa 61 punti). In matematica gli studenti con la mamma che è a casa hanno un punteggio medio di 47,5 punti contro il 54 punti delle mamme lavoratrici (media nazionale di circa 51 punti). Un divario che esiste anche se quello che resta a casa è il papà, seppure questa eventualità è molto meno frequente: su quasi 524mila studenti infatti si verifica soltanto in 1.850 casi.

Insomma i test Invalsi sembrerebbero confermare che la qualità del tempo passata insieme ai propri figli sia più importante della quantità e non secondaria sarebbe anche la realizzazione personale di mamma e papà; da non sottovalutare neanche la maggior autonomia acquisita dai figli che hanno i genitori che lavorano.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *