What’s New in Italy
Ismett Palermo: tumore allo stomaco asportato senza bisturi

Ismett Palermo: tumore allo stomaco asportato senza bisturi

Per la prima volta al mondo l’intervento è avvenuto con procedura endoscopica

L’Ismett di Palermo protagonista di un’operazione mai realizzata prima al mondo: gli specialisti hanno asportato radicalmente ‘a tutto spessore’ un tumore sottomucoso dello stomaco non ricorrendo alla chirurgia tradizionale ma utilizzando esclusivamente una procedura endoscopica. Nella letteratura scientifica sono riportati soltanto altri pochi casi di approccio endoscopico realizzati in Cina, ma in questo caso le tecniche di sutura utilizzate erano obsolete.

La paziente dell’Ismett, una donna di 51 anni, è stata sottoposta all’asportazione di un tratto di tessuto dello stomaco a forma di cuneo (gastrectomia cuneiforme) per via endoscopica. A questa prima fase dell’intervento è seguita la parte più innovativa: tramite uno strumento di sutura endoscopica di nuova generazione, la parete gastrica è stata richiusa senza necessità di fastidiosi tagli nella parete addominale e/o dolorosi tubi di drenaggio.

Notevoli i benefici nel post operatorio: al risveglio dall’anestesia la paziente è stata in grado di muoversi immediatamente, dopo 48 ore si è potuta alimentare senza alcun problema e dopo tre giorni dall’intervento i medici l’hanno potuta dimettere.

La procedura endoscopica, come spiegano i chirurghi Antonino Granata e Mario Traina, “può essere utilizzata anche per altri tumori anche in altre parti dell’intestino come il retto il colon e l’esofago”.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *