Fiera del Food: Anuga, presenti 1.200 aziende italiane

Fiera del Food: Anuga, presenti 1.200 aziende italiane

Il nostro Paese, in Germania, batte come presenze anche i padroni di casa. E Federalimentare smaschera l'Italian Sounding di diverse marchi

Con 1.200 imprese, l’Italia è stato il Paese più rappresentato ad Anuga, la più grande fiera del mondo dedicata al food e che si tiene in Germania. Sono stati superati anche i padroni di casa tedeschi, confermando la bontà e la fondamentale importanza che ha il Made in Italy in ogni parte del mondo.

Quest’anno, c’è stata la novità dell’attività di vigilanza e tutela svolta da Federalimentare che, in collaborazione con Fiere di Parma e con uno studio legale italo-tedesco, ha smascherato tutte le aziende che cercavano di spacciare prodotti di altra produzione come Made in Italy. Presso lo stand ‘Cibus’ è stato attivato un vero e proprio desk di ascolto, consulenza gratuita e intervento contro il fenomeno che viene chiamato Italian Sounding, ossia la comunicazione ingannevole nei confronti del consumatore, che pensa di attribuire a un prodotto la provenienza italiana anche quando non è così.

Tra gli altri, sono stati ritirati prodotti come ‘Pasta Ciao’ e passata ‘Tomatino’, che avevano anche il tricolore in bella mostra, ma che niente avevano a che fare con il nostro Paese. Il desk è intervenuto allo stand della Serbia, dell’Ucraina, della Grecia, della T

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *