What’s New in Italy
Canone Sky: evaderlo significa carcere e multa

Canone Sky: evaderlo significa carcere e multa

Questo quanto prevede una sentenza della Corte di Cassazione

Non pagare il canone Sky ma vedere ugualmente i programmi trasmessi dalla pay-tv può costare quattro mesi di reclusione e una multa da 2mila euro.

E’ questo quanto ha stabilito la Corte di Cassazione (Terza sezione penale, sentenza 46443), condannando un palermitano di 52 anni per violazione della legge sul diritto d’autore del 1941 – art. 171 octies l.633/1941 – che nel caso affrontato dal verdetto è “pacificamente consistita nella decodificazione ad uso privato di programmi televisivi ad accesso condizionato e, dunque, protetto, eludendo le misure tecnologiche destinate ad impedire l’accesso poste in essere da parte dell’emittente, senza che assumano rilievo le concrete modalità con cui l’elusione venga attuata, evidenziandone la finalità fraudolenta nel mancato pagamento del canone applicato agli utenti per l’accesso ai suddetti programmi”.

Il sistema utilizzato dall’individuo era quello del ‘card sharing’, che gli permetteva di acquistare i codici necessari per vedere i programmi criptati. Come sottolineato però dalla Cassazione questo era stato depenalizzato nel 2000 per poi riassumere rilevanza penale nel 2003, tornado ad essere un reato in seguito a un decreto legislativo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *