What’s New in Italy
Occhialeria italiana: primo semestre 2017, export +3,6%

Occhialeria italiana: primo semestre 2017, export +3,6%

Non ci sono più crescite a due zeri, ma il settore continua a essere in salute. In particolare, vanno bene le esportazioni di occhiali in Usa

Prosegue su buoni livelli la vendita degli occhiali italiani all’estero. Secondo i dati del primo semestre 2017 diffusi da Anfao (Associazione Nazionale Fabbricanti Articoli Ottici di Confindustria), pur non essendoci più crescite a due cifre, la tendenza è positiva. E segue quella già segnalata alla fine del 2016.

Da gennaio a giugno 2017, la crescita tendenziale in valore dell’export totale dell’occhialeria italiana è pari al 3,6 per cento. In particolare, c’è una crescita del 4,3 per cento per le montature, del 3,2 per cento degli occhiali da sole. Il mercato interno, invece, dimostra di soffrire maggiormente con un aumento di appena un punto percentuale.

Ma dove vengono meglio gli occhiali italiani? Negli Stati Uniti hanno fatto segnare un +8,8 per cento particolarmente significativo, più del doppio rispetto all’Europa (+4,2 per cento). In Asia, invece, c’è stato un indebolimento del 5,7 per cento. Bisogna però aggiungere come siano America ed Europa le due piazze principali per il settore, assorbendo l’80 per cento dell’export.

Nei Paesi emergenti, siamo ancora all’inizio, ma il potenziale da sfruttare è enorme. La Cina ha fatto segnare un +35,6 per cento, la Russia +37,1 per cento.

Giovanni Vitaloni, presidente di Anfao, dice: “I dati del primo semestre testimoniano quanto ci aspettavamo: paradossalmente, in un momento economico generale che pare aver superato definitivamente la crisi l’occhialeria cresce meno rispetto ad altri settori. In realtà, ciò si spiega con il fatto che noi abbiamo reagito meglio e prima alla crisi. Abbiamo alle spalle annate positive, con tassi di crescita delle esportazioni importanti e a doppia cifra. Tassi che ora, chiaramente, sono difficili da sostenere”.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *