What’s New in Italy
Puericultura: il lato oscuro dei manuali

Puericultura: il lato oscuro dei manuali

Secondo una ricerca britannica favoriscono il senso di inadeguatezza delle mamme

Informarsi troppo leggendo libri su libri per le neomamme può essere rischioso in quanto può subentrare in loro la sensazione di essere inadeguate al loro ruolo, accrescendo così il loro senso di ansia. Lo afferma una ricerca condotta dalla dottoressa Amy Brown, specialista di salute materna e infantile, del dipartimento di Salute pubblica, politiche e scienze sociali della ‘Swansea University’ (Gran Bretagna).

La Brown ha condotto una ricerca su 354 madri con bambini entro i 12 mesi di età che leggevano libri di puericultura. E’ emerso che per tutte loro tali letture non erano prive di conseguenze, ma se il 22% dopo aver terminato il libro si sentiva più pronta al contrario il 53% di loro provava più ansia. Una sensazione quest’ultima che era strettamente correlata anche al numero di manuali letti: ottenere più le mamme si informavano in questo modo e più manifestavano sintomi depressivi, bassa autostima e paura di fallire come genitori.

A determinare tali reazioni negative, secondo i ricercatori, è il senso di fallimento che subentra quando non si riescono a raggiungere i risultati promessi dai manuali pur seguendo le regole da loro suggerite.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *