What’s New in Italy
Famiglie al Museo: alla Pinatoteca di Bari gioco per grandi e piccini

Famiglie al Museo: alla Pinatoteca di Bari gioco per grandi e piccini

Quest'anno, domenica 8 ottobre, l'hashtag è #laculturaabbatteimuri. Attraverso la cultura, è più facile capire quanto siamo vicini anche se lontani

La giornata F@Mu (Famiglie al Museo), prevista per domenica 8 ottobre, a Bari si aprirà con l’accoglienza dei bambini che arriveranno a far visita alla Pinacoteca Metropolitana ‘Corrado Giaquinto’. Sì, perché questa domenica sarà principalmente per i più piccoli, che saranno invitati a partecipare a un gioco ideato per loro. Gli adulti accompagnatori avranno il compito di collaborare con i loro bambini, dai 6 ai 14 anni.

La ricerca prevede due percorsi: si comincia visitando le sale dalla prima all’ultima e, in ognuna di queste, bisognerà individuare chi sono gli artisti stranieri, ma che hanno vissuto in Italia, la cui Pinacoteca ha conservato delle opere; individuare gli artisti italiani che hanno viaggiato e dipinto soggetti legati ai luoghi che hanno visitato oltre frontiera, in cui sono vissuti o che, influenzati dalle mode del momento, hanno portato a dipingere soggetti che alludono a località straniere.

Un indizio per ogni opera renderà un po’ meno difficile la ricerca, ma non meno stimolante. Ogni opera sarà infatti numerata e, a ogni numero, corrisponderà una serie di sei risposte tra cui bisognerà indovinare quella giusta. Per i più piccoli, o per quanti fossero interessati, il gioco consisterà nel riconoscere quale artista straniero ha raffigurato animali o personaggi che indossano abiti realizzati con peli di animale e provare a ricopiarli su grandi fogli che verranno consegnati. Chi completerà la ricerca, riceverà un dono a sua scelta.

L’hashtag di questo 2017 è #laculturaabbatteimuri. Adulti e bambini condivideranno un’esperienza ludica che ha, come obiettivo, quello di constatare quanto l’arte figurativa sia internazionale e avvicini le culture pur diverse e lontane tra loro.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *