What’s New in Italy
Alfa Roma Stelvio: Quadrifoglio, record del mondo Suv al Nurburgring

Alfa Roma Stelvio: Quadrifoglio, record del mondo Suv al Nurburgring

Il pilota Fabio Francia abbatte il precedente primato di otto secondi. Storia di un Suv che unisce passione italiana, produzione di alta qualità e innovazione

L’Alfa Romeo Stelvio, versione Quadrifoglio, diventa il Suv più veloce al mondo. Il record è stato stabilito sul circuito tedesco del Nurburgring, dove di solito sfrecciano le monoposto della Formula Uno. L’Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio ha percorso oltre 20 chilometri della Nordschleife, l’anello nord del circuito, nel tempo di 7 minuti, 51 secondi e 7 decimi, migliorando di 8 secondi il precedente record della categoria Suv.

Alla guida c’era il pilota Fabio Francia che, sul Nurburgring, aveva già stabilito il record delle categoria berline quattro a porte guidando la Giulia Quadrifoglio con il tempo di 7 minuti e 32 secondi. A vincere è, in entrambi i casi, la passione italiana, la produzione di alta qualità e l’innovazione. Stelvio Quadrifoglio è stata progettata per conquistare i vertici del settore dei sempre più richiesti ‘sport utility vehicles’, in particolare dell’esclusiva categoria dei premium.

Il Suv Alfa Romeo fornisce alte prestazioni grazie al motore 2.900 cc V6 a iniezione diretta 24 valvole Twin-Turbo Intercooled da 510 cv di potenza e 600 Nm di coppia, a cui è abbinato, per la prima volta, un sistema di trazione integrale Q4 di serie. Il motore è associato al cambio automatico a 8 marce, con calibrazione specifica, il che consente cambiate in appena 150 millisecondi in modalità Race. Il V6 Stelvio Quadrifoglio raggiunge il miglior rapporto CV per litro nella categoria.

Sull’auto ci sono elementi tecnologici unici, tra cui il selettore Alfa DNA Pro, con quattro modalità di guida (inclusa la Race), il differenziale Torque Vectoring, le sospensioni adattive Quadrifoglio e un sistema di disattivazione dei cilindri che permette di ottimizzare il consumo di carburante.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *