What’s New in Italy
Spesa al supermercato: Altroconsumo, cambiare catena fa risparmiare

Spesa al supermercato: Altroconsumo, cambiare catena fa risparmiare

Fino a 1000 euro di risparmio all'anno stando attenti ai luoghi dove la merce costa meno. I prezzi cambiano anche all'interno della stessa catena

Cambiare supermercato dove fare la spesa fa risparmiare. Lo sapevate? Lo svela l’Associazione Altroconsumo per bocca del curatore dell’indagine, Marco Buffon. Le offerte sono vaste, bisogna solo cercare. Senza fossilizzarsi sempre sullo stesso punto vendita.

“In questo momento l’offerta è differenziata, soprattutto nelle grandi città, tanto che il risparmio annuale potrebbe arrivare fino a 1000 euro, considerata una spesa annua di un po’ più di 6.300 euro l’anno per una famiglia tipo”. Niente male, vero? Non stiamo parlando solo di promozioni, ma proprio di prezzi che variano. Un pacco di pasta De Cecco, per esempio, in un supermercato costa 1,14 euro, in un altro 2,70. “Si può arrivare a spendere meno della metà per lo stesso prodotto da u punto vendita all’altro”.

Il record al rialzo lo detiene il vino Corvo. In un supermercato di Palermo costa 5,99 euro, vicino a Verona 4,39. E parliamo di due punti vendita Auchan. Quindi, non solo catene diverse, ma anche città diverse. E prezzi diversi. Facendo un po’ di attenzione ai volantini che ci arrivano quotidianamente a casa, si possono risparmiare 500 euro l’anno.

Altroconsumo ha stilato una classifica dei supermarket più convenienti. Primeggia proprio Auchan, poi ecco Ipercoop e Interspar. Esselunga è al primo posto per i prodotti di marca, seguita da Alì, catena veneta, e U2 Supermercato. Per prodotti solo a marchio commerciale, ovvero della catena di riferimento, Auchan precede U2 Supermercato e Conad Ipermercato. Per gli hard discount, Lidl ed Eurospin sono pari merito, quindi In’s Mercato. Le classifiche si basano sulla rilevazione di 1.186.000 prezzi dei prodotti più comuni contenuti nel paniere Istat, in 1017 punti vendita.

Buffon dà un suggerimento: “Non partiamo dal pregiudizio che un prodotto se costa poco è scarso. Al contrario, dalle nostre indagini risulta che il prodotto di migliore qualità è quello della marca del supermercato o del discount. E poi bisogna cercare il prezzo migliore per quello specifico prodotto, lasciando perdere le promozioni”.

Roma è la città dove si può risparmiare di più cambiando supermercato (788 euro), Grandi opportunità pure a Modena (584), Torino (576), Piacenza (563) e Latina (562). Le città dove i prezzi sono più simili e quindi le possibilità di risparmio minori sono Foggia (67 euro) e Viterbo (68 euro).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *