What’s New in Italy
Non c’è campo: Moccia al cinema parla di telefonini

Non c’è campo: Moccia al cinema parla di telefonini

Una settimana senza possibilità di usare lo smartphone: come reagirà una classe di studenti? Lo scopriremo dal prossimo 2 novembre

Una volta erano i lucchetti di Ponte Milvio a significare amore eterno tra adolescenti. Adesso sono gli smartphone a determinare il sentimento. E se non c’è campo, non si può chattare, dunque non si può flirtare. Dunque, addio amore. Federico Moccia, molto attento ai cambiamenti nella società tra i giovanissimi, torna al cinema (alla regia) con ‘Non c’è campo’. Una frase che spesso è un urlo di disperazione tra i ragazzi.

Vedremo la pellicola dal 2 novembre. Di cosa parla? Una professoressa, interpretata dall’elegante Vanessa Incontrada, organizza per i suoi studenti una visita culturale di una settimana presso un artista di fama internazionale, interpretato da Corrado Fortuna. Costui, però, abita in un paese in cui non c’è alcun segnale per i telefonini: orrore. Una sorta di ritorno non al Medioevo, ma a 20 – 30 anni fa. Se all’inizio la situazione sembra davvero la peggiore per gli studenti, con il passare dei giorni sono proprio loro a riscoprire il valore del contatto umano, del dialogo, dei sentimenti.
E siccome non è solo una questione degli adolescenti quella dello smartphone sempre e comunque, anche gli adulti riscoprono gli stessi valori. Quelli dimenticati tra un WhatsApp e un Instagram. Nel cast ci sono pure Claudia Potenza e Gian Marco Tognazzi.

Perché non possiamo dimenticare che il rapporto virtuale è ormai preponderante, ma non c’è niente di meglio di un contatto fisico, visivo. Di una chiacchierata intorno a un tavolino. Anche tra i giovanissimi. Quelli stessi che chiudevano i lucchetti sognando che quell’amore durasse per sempre. Pazienza se poi era un’illusione: ci si credeva. Allo stesso modo oggi, si dovrebbe credere maggiormente in se stessi. Perché, in fondo, davanti a uno schermo siamo tutti bravi. Ma è di fronte all’altra persona che dimostriamo davvero chi siamo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *