What’s New in Italy
Pirateria online: non danneggia il mercato digitale

Pirateria online: non danneggia il mercato digitale

E’ quanto emerge da una ricerca della Commissione Europea del 2014

La pirateria online è nuoce a chi detiene i diritti sul contenuto? Generalmente si è portati a ritenere di sì, ma come dimostra una ricerca finanziata dalla Commissione Europea nel 2010 le cose non stanno esattamente così. La ricerca realizzata da Ecorys, una società di consulenza olandese, in cinque diversi Paesi (Germania, Regno Unito, Spagna, Francia, Svezia, Polonia) mostra infatti come la pirateria online non nuoce alle vendite dei contenuti originali.

A far emergere la ricerca, mai diffusa in questi anni, è stata l’eurodeputata Julia Reda (Partito Pirata Europeo) che sul suo blog ufficiale sottolinea come “i dati di questo studio sono preziosi e dovrebbero essere disponibili a tutti, soprattutto perché è stata finanziata dalla commissione stessa” soprattutto in vista delle nuove regole sul Copyright che sono in corso di definizione al Parlamento europeo.

Lo studio in questione afferma che “i risultati non dimostrano un’evidenza statistica di eventuali spostamenti delle vendite a causa della pirateria online. Questo non vuol dire che la pirateria non ha effetto, ma soltanto che le analisi statistiche non riescono a dimostrare con assoluta affidabilità che ci possano essere delle correlazioni”.

Dallo studio emerge inoltre come sono proprio coloro che scaricano prodotti pirata gli stessi disposti a pagare per quel prodotto, purché il prezzo sia adeguato, e il fatto che il mercato dei videogames trova un supporto nel mondo della pirateria perché chi gioca con una versione pirata sarà portato ad acquistare le versioni a pagamento per avere nuovi contenuti aggiuntivi.

Tag utilizzati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *