What’s New in Italy
Paris Saint Germain: 1 milione a Cavani per far battere i rigori a Neymar

Paris Saint Germain: 1 milione a Cavani per far battere i rigori a Neymar

L'attaccante ex Napoli ha rifiutato, vuole continuare a essere il primo rigorista della squadra. Il brasiliano per ora firma la tregua armata

Al Paris Saint Germain sono talmente ricchi che possono permettersi di offrire un milione di euro all’attaccante uruguayano Edinson Cavani purché lasci battere i rigori al brasiliano Neymar. Questa la trovata dei proprietari del Psg, per evitare altre liti in famiglia e rasserenare gli animi.

Non è stata sufficiente, infatti, la cena organizzata dall’ex juventino Dani Alves, tra l’altro molto amico di Neymar, per firmare l’armistizio tra i due calciatori. E la guerra tra i due sudamericani rischia di incendiare l’intero spogliatoio, tra chi parteggia per uno e chi per l’altro. La baruffa è iniziata durante il match con il Lione, con i due galli che hanno battibeccato su chi dovesse calciare dagli undici metri. L’ha spuntata il ‘Matador’ che, però, ha sbagliato il rigore. Negli spogliatoi, Neymar deve aver fortemente criticato il compagno di squadra, così è scoppiato un alterco con i compagni che hanno evitato che i due venissero alle mani.

‘El Pais’ adesso parla dell’intervento diretto del danaroso presidente Nasser Al Khelaifi, pronto a firmare un assegno da un milione di euro, a favore di Cavani, pur di lasciare via libera all’ex Barcellona quando si tratterà di tornare sul dischetto la prossima volta. Un bonus, chiamiamolo così per tacitare il fermento. Cavani, tra l’altro, avrà un altro milione di euro se dovesse vincere la classifica marcatori della Ligue 1 (ma senza i rigori sarà più difficile).

Sempre secondo il giornale iberico, l’ex Palermo e Napoli avrebbe però rifiutato l’offerta del presidente. Vuole continuare a essere il primo rigorista della, squadra. Vuole far valere l’anzianità. Considerato che gioca a Parigi da quattro anni, avrebbe anche ragione. Ma la situazione rischia seriamente di sfuggire di mano al Psg. Dopo il no dell’uruguayano, infatti, la Società si sarebbe rivolta a Neymar, ricordandogli che è un giocatore totale, che è stato pagato più di 220 milioni, che è il Re della squadra e che quindi può concedere qualcosa pure a chi, invece, vive solo per il gol. Cosa che a Cavani non farà molto piacere. Neymar, invece, lusingato da queste parole, al momento pare aver sotterrato l’ascia di guerra, Al prossimo rigore, vedremo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *