Relazioni: ecco come dura la coppia

Relazioni: ecco come dura la coppia

A svelarlo un’indagine della Federazione italiana di sessuologia scientifica

Qual è il segreto per mantenere in equilibrio un rapporto di coppia? Essere condiscendenti durante i rapporti e dire un po’ addio alla propria privacy che equivale a non infastidirsi quando il partner sbircia il proprio smartphone. Questo è quanto emerge da un’indagine della Federazione italiana di sessuologia scientifica (Fiss) su ‘Intimità e sessualità’, che è stata realizzata in occasione della ‘Settimana del benessere sessuale’.

SESSO – Quando il partner ha voglia di fare sesso l’altro nella maggioranza dei casi lo asseconda anche se non ha voglia (qualche volta 50,7%, spesso 22%, sempre 9,5%), mentre soltanto un 18,5% non cede mai. Una disponibilità che varia secondo il genere: le donne sono più propense a cedere solo ‘qualche volta’ (56% contro il 36%), gli uomini ‘sempre’ (19% contro 5%).

Sesso da fare e di cui parlare: lo fa tranquillamente il 74%, mentre un 18% si trova in imbarazzo. Raccontarsi le fantasie sessuali ha benefici anche nell’intimità: il 38,4% ritiene infatti che il partner tenga in considerazione le proprie preferenze. Più alta la percentuale di coloro che ritengono comunque utile raccontarsi le proprie fantasie: 53%. Una condivisione che va andrebbe soprattutto a beneficio delle donne: ben il 65,5% degli uomini dichiara di non conoscere le fantasie della partner. Opposta la situazione per le donne.

In generale i partner si sentono liberi di esprimere i propri sentimenti (49%), con soltanto il 12,5% che non lo è affatto.

I momenti di tenerezza nelle coppie italiane sono frequenti: il 62% si scambia baci e carezze più volte al giorno. Ma c’è anche chi lo fa anche solo una volta a settimana (5%) o ‘molto raramente’ (8,5%).

LITIGI – Non mancano ovviamente i momenti di litigio all’interno della coppia, che nella maggioranza dei casi sono svolti civilmente e mantenendo la calma (61%), anche se non mancano i casi di aggressività verbale (37,5%), spintoni (7%), minacce (4%), volo di oggetti (3,5%) e schiaffi (3%). Reazioni aggressive che avvengono ‘a volte’ nel 44% dei casi, ‘quasi mai’ nel 36%, ‘spesso’ nel 16% e ‘sempre’ nel 2,84%. Ad essere maggiormente aggressive verbalmente sono le donne (36% contro il 30%).

SMARTPHONE – Il 58,9% delle persone afferma di non essere infastidita se il partner sbircia i messaggi sul proprio smartphone, anche perché “tanto non nascondo nulla”. Il 41% è invece infastidito dalla cosa, ma soltanto il 28% lo manifesta apertamente mentre il 13% preferisce tacere.

I social? Li si controlla soprattutto quando si è in cerca di sicurezza (nel 15% dei casi se si teme che il partner sia infedele, nel 9% per sentirsi più sicuri). Il 52% afferma invece di non controllare in quanto non interessato. C’è poi un 22% che ammette di non farlo nonostante la tentazione.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *