What’s New in Italy
MotoGp: quinto l’eroico Valentino Rossi

MotoGp: quinto l’eroico Valentino Rossi

Il pilota della Yamaha ha corso a 24 giorni dalla frattura di tibia e perone. Vittoria allo spagnolo Marquez, che va in fuga nel Mondiale

Doveva essere un Gran Premio di sofferenza. Magari neanche concluso. Oppure lontanissimo dai primi. E invece Valentino Rossi, in Aragona, ha ancora una volta dimostrato di che pasta è fatto. A 24 giorni dalla doppia frattura a tibia e perone, non solo è partito in terza posizione, ma sotto la bandiera a scacchi è passato per quinto. E pazienza se il divario dal primo in classifica, lo spagnolo Marc Marquez, è diventato probabilmente troppo grande anche per lui che sognava il decimo Mondiale. Il Dottore ha dato spettacolo in Spagna.

Nella classifica generale, il numero 46 della Yamaha viene superato pure da Dani Pedrosa, secondo al traguardo dietro a Marquez. Ma negli occhi della gente rimangono le prodezze dell’italiano, lo stoicismo, la voglia di non mollare mai. Male invece la Ducati Andrea Dovizioso, settimo all’arrivo e ora staccato dall’iberico di 16 punti.

Se la Honda ha dominato, la Ducati è andata meno bene delle attese. Terzo Lorenzo. L’Aprila applaude il sesto posto di Aleix Espargarò, a meno di 7 secondi da Marquez. Male gli altri italiani, con Petrucci addirittura ventesimo e Iannone dodicesimo. Voi direte: e Vinales dov’è? La sua Yamaha non è stata brillantissima, ma alla fine lo spagnolo è riuscito comunque a mettere le sue ruote davanti a Rossi, a un passo dal podio. Troppo poco per la Rossa italiana che puntava a fare il colpaccio in casa degli spagnoli.

Valentino Rossi, il 15 ottobre a Motegi, sarà un osso durissimo per chi vorrà vincere in Giappone. Questa è la certezza dopo Aragon. Il ‘vecchietto’ della MotoGp è ancora l’uomo da cui imparare come si corre. E come ci si può sacrificare pur di essere sempre professionali.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *