What’s New in Italy
Terremoto di Amatrice: mai giunti i fondi degli sms solidali

Terremoto di Amatrice: mai giunti i fondi degli sms solidali

La denuncia fatta dal sindaco di Amatrice. E intanto trasferiti al Commissario straordinario i fondi di ‘Adotta un’opera’

Trentatré milioni di euro raccolti grazie agli sms solidali in favore delle popolazioni colpite dal terremoto che il 24 agosto 2016 ha colpito Amatrice. Trentatré milioni che secondo quanto denunciato dal sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, non sono mai arrivate nelle casse dei comuni colpiti. Su tali affermazioni fatte dal sindaco in occasione della festa di Fratelli d’Italia, secondo quanto riportato da ‘Il Fatto Quotidiano’, la Procura di Rieti ha aperto un’indagine contro ignoti per verificare la correttezza e dell’assegnazione dei fondi attraverso i messaggi da 2 euro. Nei prossimi giorni il pubblico ministero sentirà il primo cittadino della città distrutta dal sisma.

“Io penso che tutte le persone che hanno versato due euro con gli sms l’abbiano fatto per Amatrice, per Norcia, per Arquata…per tutti quei comuni che il 24 agosto hanno subito il dramma” ha affermato Pirozzi ad Atreju, sottolineando però come “i fondi degli sms non sono giunti”.

E’ invece di oltre 1,6 milioni di euro il trasferimento fondi deliberato dalla giunta di Amatrice al Commissario straordinario per la ricostruzione di alcune strutture della città quali l’Ospedale ‘Francesco Grifoni’ (308.028,38 euro), l’Istituto alberghiero (48.165,92 euro dalla giunta a cui si aggiungono 850.000 euro donati dalla catena di ristorazione giapponese Saizeriya), la scuola (456.812,23 euro). Fondi che derivano dall’iniziativa ‘Adotta un’opera’ promossa dallo stesso Comune di Amatrice.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *