What’s New in Italy
Spara alla figlia della ex e la uccide

Spara alla figlia della ex e la uccide

E' successo a Foggia: l'uomo voleva vendicarsi per essere stato lasciato. Dopo aver sparato in faccia alla 15enne, si è suicidato nei campi

L’ex della madre le aveva sparato un colpo in faccia mentre andava a prendere l’autobus. La 15enne di Foggia è morta dopo alcune ore di agonia. L’uomo si è suicidato. Antonio, 37 anni, aveva premeditato il gesto, aspettando la minore per strada, in un vicolo di Ischitella. Probabilmente non voleva uccidere, ma lanciare un messaggio alla madre, Donatella, colpevole di averlo abbandonato.

Pentitosi, si è poi ucciso nei campi dove era scappato. La 15enne è stata operata, ma il cuore non ha retto e oggi, alle 7, l’ospedale ha annunciato il suo decesso. La mamma aveva già denunciato l’uomo dopo essere stata a sua volta minacciata con un coltello. Questo succedeva sette mesi fa. Ma l’unica cosa che avevano fatto i servizi sociali era stata allontanare la minore, insieme al fratello, dalla casa materna. Nicolina infatti ora viveva con i nonni.

Ieri la situazione è precipitata. Antonio ha fermato Nicolina, ha discusso con lei cercando per l’ennesima volta di fare da tramite con la madre per convincerla a tornare insieme. Poi ha sparato bruciapelo, dritto in faccia. Forse per sfregiarla a vita, come segno inconfondibile di quello che – a suo parere – era stato il torto della donna che lo aveva lasciato.

Anche sui social Antonio aveva dato segno di quella che era un’ossessione, scrivendo per Donatella: “Tu sei mia per sempre”. Eppure, nonostante questi segnali e la denuncia, alla fine Nicolina ieri era da sola a prendere l’autobus. Bersaglio facile.

Tag utilizzati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *