What’s New in Italy
Alzheimer: San Raffaele, un tablet per giocare

Alzheimer: San Raffaele, un tablet per giocare

La tecnica permette al malato di seguire il percorso di riabilitazione cognitiva nel proprio ambiente ma con il supporto degli specialisti

La riabilitazione cognitiva con il supporto di uno specialista ma fatta comodamente a casa propria grazie a uno speciale tablet. Questo è quanto propone il San Raffaele di Milano ai malati di Alzheimer, grazie a una sperimentazione finanziata dal ministero della Salute.

Un modo per venire incontro ai malati, per i quali allontanarsi dal proprio ambiente familiare crea problemi fisici e psicologici.

Il paziente può esercitarsi tutti i giorni con i giochi contenuti nel tablet, poi due volte a settimana vi è l’appuntamento con lo specialista dell’unità di neurologia dell’ospedale con il quale svolge per l’ora successiva esercizi di memoria e linguaggio.

Gli specialisti indirizzano i pazienti verso quei giochi che sono più adatti alle esigenze specifiche dell’individuo: per chi ha problemi di orientamento si opta per giorni con labirinti e strade, per chi ha difficoltà con i numeri viene simulata una visita al supermercato in cui deve pagare la spesa fatta.

Grazie ai tablet, inoltre, gli esercizi sono più divertenti e vi è un feedback immediato fatto di punteggi e suoni: un modo per far sì che il paziente sia spinto ad esercitarsi ogni giorno per migliorare la propria performance.

Il paziente un’ora a settimana può anche avvalersi del consulto diretto con neurologi e psicologi del San Raffaele.

La sperimentazione è partita a giugno con 50 dispositivi attivati e al momento è rivolta a persone con demenza frontotemporale, ma tale possibilità sarà presto estesa anche ai malati di Alzheimer.

Una soluzione questa che viene incontro anche a quelle famiglie che non riescono ad accedere al supporto assistenziale per le poche risorse messe a disposizione dalle istituzioni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *