What’s New in Italy
Toys’R’Us: bancarotta per il gigante dei giocattoli

Toys’R’Us: bancarotta per il gigante dei giocattoli

Le vendite online hanno letteralmente mandato in tilt quelle al dettaglio: ne fa le spese il colosso americano, che ha chiesto la bancarotta assistita

Anche i colossi cadono. E dichiarano bancarotta. E’ il caso di Toys’R’Us, gigante americano dei giocattoli. Il management ha presentato la documentazione per il ‘Chapter 11’ che altro non è se non la bancarotta assistita. A uccidere il giocattolo tradizionale ci ha pensato il boom della vendita online che ha mandato in soffitta l’acquisto al dettaglio.

Complice principale della bancarotta è Amazon, che ha preso sempre più piede dappertutto, ma specialmente negli Stati Uniti. Toys’R’Us punta adesso a ristrutturare 5 miliardi di debito “per ristabilire una struttura di capitale sostenibile che permetta al gruppo di investire in una crescita di lungo termine”.

La bancarotta ha obbligato le agenzie di rating a tagliare la valutazione della società. Standard & Poor’s e Fitch hanno declassificato Toys’R’Us, nonostante il colosso americano abbia fatto sapere di aver già ricevuto un impegno per 3 miliardi di dollari in finanziamento, parte del quale proveniente da una cordata bancaria guidata da JP Morgan. Finanziamento che avrà bisogno del sì da parte del tribunale.

Attualmente, Toys’R’Us ha 1.600 negozi sparsi in tutto il mondo. E, a quanto pare, l’attività proseguirà, che i programmi di fedeltà continueranno a essere onorati. Non solo: i 253 negozi dislocati fuori da suolo americano non saranno soggetti al Chapter 11. Sono comunque lontani i tempi del boom: nel 2007 il giro d’affari era di 13,646 miliardi di dollari, con 70 mila dipendenti. Per un gruppo fondato da Charles Lazarus, originariamente con il nome di Children’s Supermart. Era il 1948, eravamo a Washington. All’epoca, si vendevano mobili per bambini. Nel 1957 arrivò il cambio di nome e di specializzazione.

Tag utilizzati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *